Pista ciclabile: entro l’autunno collegate Imperia e San Lorenzo al Mare. “31 km ininterrotti, grande rilievo turistico”/Foto e Video

Provincia

Sono iniziati a fine giugno e verranno conclusi entro l’autunno i lavori di realizzazione della pista ciclopedonale tra San Lorenzo al mare e Imperia. Con la realizzazione di questo tratto, lungo circa 900 metri, si realizzerà un’unica pista da 31 chilometri circa, che unirà senza soluzione di continuità Ospedaletti a Imperia, congiungendo il tratto già esistente di Area24 e quello, in fase di realizzazione, in Comune di Imperia, realizzato con i fondi del Bando periferie.

L’intervento tra San Lorenzo e Imperia è stato finanziato con il Fondo strategico regionale per oltre 520mila euro.

Marco Scajola

“Siamo all’inizio del cantiere della tratta San Lorenzo al Mare – Imperia. Tratta fondamentale per unire il progetto della ciclabile, già realizzata nella parte verso Sanremo.

Verrà realizzata nella zona di Imperia con il bando Periferie. È una tratta fondamentale perchè lega le due ciclabili, una esistente e una che arriverà.

Abbiamo realizzato un primo stanziamento di oltre 500 mila euro per la prima parte di intervento, anche articolato perchè questa è una zona difficile su cui intervenire.

Dopo l’estate ci sarà un altro finanziamento che porterà al completamento della pista ciclabile. Per gli inizi del 2021 crediamo che qui ci sia la pista ciclabile completata e assolutamente collegata con le altre piste.

Oggi eravamo qui a San Lorenzo con Ferrovie, i sindaci del territorio per fare un piano strategico su quelle che saranno le azioni già fatte e quelle che verranno fatte.

Solo nel 2019 abbiamo investito oltre 2 milioni di euro proprio per questa zona di ponente con il Fondo Stategico da Diano Marina sino a Ventimiglia per inserire piste di straordinaria rilevanza sulla nostra costa.

Con Ferrovie stiamo collaborando e insieme, Regione, Ferrovie e Comuni, per arrivare ad avere una splendida pista ciclabile qui nel ponente.

Ci sarà presto il finanziamento della ciclovia tirrenica, una unica pista che da Ventimiglia arriverà sino a Civitavecchia nel Lazio.

Un progetto ambizioso dove la regione Liguria è protagonista assieme alla regione Lazio e alla regione Toscana.

Avremo un primo finanziamento di circa 6 milioni di euro per la progettazione e ovviamente una parte rilevante sarà per tutta la zona di ponente dove il lavoro è già iniziato.

Ci sono già progettualità per portare una pista che da Ventimiglia arriverà sino ad Alassio, servirà continuarla verso levante per poter completare questo splendido lavoro. Una giornata importante, massima soddisfazione da parte di tutti”.

“Questo intervento – spiegano l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone e l’assessore all’Urbanistica Marco Scajolapermetterà a chi usa la bicicletta e ai pedoni di muoversi per ben 31 chilometri sulla costa, in un contesto di grande rilievo paesaggistico e turistico, in un percorso protetto senza dover utilizzare in nessun momento strade carrabili.

Si tratta di un intervento fondamentale nella realizzazione di una pista ciclabile costiera che unisca le varie località del Ponente, e che si inserisce una più ampia politica regionale che mira a realizzare un vero e proprio nuovo modello di mobilità che mira alla costruzione di un sistema di accoglienza turistica e ricettiva che porti ad una vera e propria trasformazione delle aree urbane”.

“Fin dal nostro insediamento abbiamo creduto in questo progetto della ciclabile del Ponente, e in quello della più ampia e ambiziosa ciclovia tirrenica che unirà Ventimiglia a Roma – aggiungono Giampedrone e Scajola -. Sul fronte della ciclovia Tirrenica, in collaborazione con le regioni Toscana e Lazio, è in fase di progettazione l’intera tratta di oltre 500km, e abbiamo ricevuto un finanziamento di 6 milioni di euro complessivi per la realizzazione dei primi tratti nelle regioni interessate. Tutti gli interventi finanziati dal fondo strategico sulle ciclabili e sulle aree ferroviarie del Ponente ammontano a oltre 10milioni di euro”.

Questa mattina l’assessore Scajola ha partecipato, assieme all’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, al convegno Esperienze di mobilità sostenibile nella Riviera dei Fiori, realizzato nell’ambito del progetto Alcotra Edu-mob in cui è stato fatto il punto sulla realizzazione delle piste ciclabili nella zona.

“La pista ciclabile rappresenta un volano importante per l’economia del territorio – spiega l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – In quest’ottica, come assessorato, abbiamo presentato questo progetto, che oramai sta arrivando alla conclusione, che prevedeva l’educazione alla mobilità sostenibile, ma anche, e soprattutto, il cofinanziamento delle piste ciclabili. Questo l’abbiamo fatto utilizzando tutte le risorse possibili che potevamo mettere in campo: il Por Fesr, il fondo strategico e addirittura, come in questo caso, andando a cercare le risorse di quei programmi transfrontalieri che con specifiche progettualità possono portare importanti ricadute economiche nella nostra regione”.

“Basti pensare – aggiunge Benveduti – che abbiamo intercettato in questi anni oltre 50 milioni a valere sui programmi di cooperazione transfrontaliera, con un incremento superiore al 20% rispetto alla legislatura passata. Chiaro esempio di come la progettualità, la vision e la presenza sul territorio di un’amministrazione regionale, nella gestione delle risorse europee, crei quel valore aggiunto che auspichiamo venga riconosciuto con un incremento di risorse nella prossima programmazione comunitaria anche dei fondi Fesr”.