Coronavirus: “Proroga stato emergenza sino a ottobre”. Annuncio Premier Conte al Senato

Attualità Coronavirus

“Il virus continua a circolare. La proroga dello stato di emergenza è inevitabile”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Il virus continua a circolare. La proroga dello stato di emergenza è inevitabile. L’indirizzo è prorogare lo stato di emergenza a ottobre (15, ndr)”. Lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, questo pomeriggio, durante il proprio intervento al Senato.

Coronavirus, Italia: “Proroga necessaria per assicurare continuità operativa”

“La proroga è necessaria per assicurare la continuità operativa di chi sta svolgendo attività di assistenza e di sostegno, per chi subisce gli effetti, diretti ed indiretti, di una pandemia che, seppure fortemente ridimensionata, non si è esaurita – ha aggiunto Conte – Mi rivolgo alle forze di maggioranza, ma anche di opposizione, perché su questi temi non si deve ragionare su schieramenti precostituiti o logiche precostituite”.

In merito alle preoccupazioni e ai malumori della cittadinanza per la proroga dello stato di emergenza, il Premier ha dichiarato: “Serve un cauto livello di guardia. Occorre avere la possibilità di intervenire con speditezza qualora ci dovesse essere la necessità. Non c’è alcuna intenzione di drammatizzare nè di alimentare paure ingiustificate nella popolazione. La mancata proroga dello stato di emergenza finirebbe per far cessare l’operativita’ del commissario il cui lavoro si sta rivelando fondamentale”.
Per quel che concerne il Commissario per l’emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri, Giuseppe Conte ha aggiunto che “soprattutto in questa fase la struttura commissariale sta procedendo all’acquisizione e distribuzione delle apparecchiature e i dispositivi di protezione individuale e ogni altro bene strumentale, compresi gli arredi utili a garantire per settembre l’ordinato avvio dell’anno scolastico a più di 10 milioni di persone tra studenti, insegnanti e personale amministrativo che dovranno rientrare nelle scuole nella massima sicurezza. Ed è obiettivo da tutti riconosciuto prioritario che richiede uno sforzo molto elevato, anche collettivo. E’ una grande sfida per il Paese”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!