IMPERIA. MOVIDA, GUERRA AGLI ESPOSTI: “SE PRETESTUOSI IL COMUNE CHIEDERÀ I DANNI”. ECCO IL NUOVO PIANO DEL RUMORE

Home Imperia

1070097_302670106545922_710732244_n

La Giunta Comunale ha varato il nuovo regolamento acustico comunale, destinato a regolare la movida imperiese. La pratica passerà al vaglio del consiglio comunale nelle prossime settimane per l’approvazione definitiva. Nel dettaglio, la Giunta ha proposto alcune modifiche al regolamento già in vigore. Vediamo quali.

LE AREE DESTINATE ALLA “MOVIDA”

– L’elenco delle aree da destinare a spettacolo a carattere temporaneo mobile o all’aperto può essere modificato, con atto del Consiglio Comunale, entro il 1° aprile di ogni anno. Il Consiglio Comunale ne definirà anche la decorrenza.
– Il Consiglio Comunale, col medesimo atto, può indicare per ogni sito ritenuto potenzialmente critico, in relazione al numero e all’entità delle istanze relative al periodo Giugno-Settembre i criteri di accoglimento delle istanze al fine di consentire il rilascio coordinato delle autorizzazioni.

SPESE PER LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONI STABILITE DALLA GIUNTA COMUNALE

– L’importo per il rimborso delle spese di istruttoria relative al rilascio dell’autorizzazione da versare sul c/c n. 1403790 Banca Carige S.p.A. codice IBAN IT41F0617510500000001403790 oppure su c.c.p. n. 11241189 intestato al Comune di Imperia Servizio Tesoreria viene stabilito dalla Giunta Comunale.

ORARI E DECIBEL

– Le attività temporanee di intrattenimento negli esercizi pubblici svolte nel periodo estivo (Giugno-Settembre) le cui emissioni sonore, in termini di livello equivalente di pressione sonora ponderato A [Leq(A)], misurato in facciata all’edificio più esposto e nel momento di maggior disturbo, non potranno superare i valori limite massimi di immissione nella seguente articolazione: nelle serate feriali dalle 20:30 alle ore 01:00 valore limite massimo di immissione 70 dB(A) Esclusivamente nelle serate di venerdì, sabato, domenica e nonché nelle serate festive e prefestive dalle ore 20:30 alle ore 01:00 – valore limite massimo di immissione 70 dB(A) dalle ore 01:01 alle ore 02:00 valore limite massimo di immissione 65 dB(A). L’esecuzione delle suddette attività rumorose potrà essere svolta per non più di cinque sere alla settimana e comunque dovranno cessare tassativamente agli orari previsti.

L’ITER PER LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE

3. Ai fini del rilascio dell’autorizzazione in deroga ai limiti previsti dal P.Z.A. alle attività temporanee di intrattenimento negli esercizi pubblici il titolare o legale rappresentante dell’attività dovrà presentare al Servizio Ambiente del Comune una richiesta in bollo di autorizzazione in deroga nella quale dovrà essere dichiarato quanto segue – dati anagrafici del titolare ovvero legale rappresentante responsabile dell’attività;
– attività principale;
– descrizione dell’attività temporanea, con specificazione delle apparecchiature utilizzate;
– durata dell’attività temporanea ed articolazione temporale, giornaliera e/o settimanale;
– il luogo ed il sito preciso ove l’attività verrà svolta, con l’indicazione del posizionamento delle attrezzature in Afflusso atteso in numero persone in particolare se all’interno o all’esterno del locale;
– le sere alla settimana nelle quali detta attività non si svolgerà, specificandone i giorni;
– che l’attività svolta non produrrà livelli sonori oltre i valori limite stabiliti al comma 2 dell’art. 9 del presente Regolamento comunale;
– di rispettare eventuali prescrizioni impartite dall’autorità comunale;
– che durante lo svolgimento dell’attività di intrattenimento verranno rispettate le prescrizioni di cui al T.U.C. – Testo Unico in materia di Commercio;
– che l’attività rumorosa cesserà tassativamente alle ore 01:00 nelle serate feriali e alle ore 02:00 nelle serate festive e prefestive.
La richiesta dovrà essere sottoscritta con la dichiarazione di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/2000 e corredata da una relazione di impatto acustico, redatta da un tecnico Competente in Acustica Ambientale secondo le indicazioni riportate al comma 2 dell’art. 2 della DGR n. 2510 del 18/12/1998.

LE DEROGHE

– In occasione di particolari eventi, ovvero per esigenze a carattere stagionale connesse alla vocazione turistica del territorio comunale, o per manifestazioni di particolare rilevanza con motivazioni di interesse pubblico Il Sindaco potrà concedere deroghe ulteriori.

LA GUERRA AGLI ESPOSTI

– L’inoltro al Comune, da parte dei cittadini, di reiterati esposti volti a denunciare situazioni di inquinamento acustico che si rivelino, all’atto dell’accertamento, infondati e pretestuosi determinerà da parte dell’Amministrazione Comunale una verifica in ordine alla possibilità di avviare azioni di tutela risarcitoria nei
confronti degli esponenti per il disagio arrecato alla funzionalità del Servizio competente.

IL TESTO COMPLETO DEL NUOVO REGOLAMENTO ACUSTICO DEL COMUNE DI IMPERIA

Testo-93