Imperia: Borgo Prino, dall’8 agosto al via “Musica balcOnica”. Alla scoperta di Gabriele Polimeni

Cultura e manifestazioni Imperia

A partire da sabato 8 agosto, dalle 21 alle 23, prende il via, a Borgo Prino, a Imperia, con la direzione artistica di Eugenio Ripepi, “Musica balcOnica”. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

A partire da sabato 8 agosto, dalle 21 alle 23, prende il via, a Borgo Prino, a Imperia, con la direzione artistica di Eugenio Ripepi, “Musica balcOnica”. 

“Musica balcOnica” è un’idea che permette di sfruttare la splendida location del Prino innestando la musica all’interno del borgo non come percorso a sé stante, ma come guida per i turisti che attraversano la via.

Imperia: a Borgo Prino al via “Musica balcOnica”

Le persone, camminando per strada, avranno modo di soffermarsi, per poi proseguire, sul cimento di musicisti affacciati al balcone che suoneranno ad allietare i passanti.

È una maniera per godere del panorama, per conoscere il posto, ed è un valido e sicuro mezzo di promozione data l’esclusività dell’evento.

I balconici sono: un’arpa, un violino, una chitarra, una tromba e una kora africana.

Claudia Murachelli all’arpa, Giovanni Gandolfo alla chitarra, Corrado Trabuio al violino, Gabriele Polimeni alla tromba e Jally Morro Kanuteh alla kora africana.

Gabriele Polimeni – Conosciamolo meglio

Gabriele inizia lo studio della tromba giovanissimo, all’età di 8 anni, frequentando la scuola civica di studi musicali di Bagnara Calabra (RC), cominciando a suonare e ad esibirsi con la banda dello stesso paese. Con l’“Orchestra di fiati di Bagnara Calabra” partecipa a numerosi eventi di rilevante importanza (tra cui le udienze papali in Vaticano) e a concorsi bandistici nazionali ed internazionali.

Nel 2009, trasferitosi a Reggio Emilia, inizia gli studi di tromba classica presso il conservatorio “A.Boito” di Parma sotto la guida del maestro Zannani. Successivamente prosegue gli studi presso il conservatorio “A.Peri” di Reggio Emilia con il maestro F.Codeluppi.

Durante questi anni matura esperienza all’interno di vari complessi bandistici locali e nelle orchestre dei conservatori di Parma, Reggio Emilia e Castelnuovo ne’ Monti.
Nel 2014 completa il percorso di studi tradizionale diplomandosi in tromba classica presso il conservatorio di Reggio Emilia.

Nel 2016 accede al corso di tromba jazz presso il conservatorio “G.B.Martini” di Bologna. Qui studia con i maestri: M.Greco, A.Sorrentino, R.Rossi, D.Torto, B.Middelhof, T.Lama, S.Zenni, diplomandosi nel 2020 con lode.

Nel 2016, nell’ambito del Bologna Jazz Festival, vince il premio “Massimo Mutti” che gli permette di partecipare ai seminari estivi di Siena Jazz.

Nel 2017 l’associazione “Royal Club” gli assegna una borsa di studio in memoria del trombettista Nardo Giardina.
A Bologna è stato selezionato più volte per partecipare a workshop dei migliori jazzisti americani, tra cui Steve Coleman e Steve Lehman.
Ha partecipato ai seminari di Siena Jazz e a numerose masterclass avendo così l’opportunità di studiare con
musicisti di fama internazionale tra cui: Avishai Cohen, Dave Douglas, Marcus Gilmore, Ben Monder, Maurizio Giammarco, Giovanni Falzone, Fulvio Sigurtà.

E’ attivo professionalmente in vari progetti e big band sparsi tra Reggio Emilia, Bologna e Modena con cui suona regolarmente e con cui ha partecipato a molte manifestazioni e festival Internazionai tra cui il Bologna jazz festival (IT), il Bertinoro Jazz Festival (IT), Monkathon Jazz festival (UK), Afrika Tage Festival (A), Iboga Summer Festival (ES), LPS Festival (ES), Balla Coi Cinghiali (IT).

Dal 2017 è attivo come insegnate di tromba, armonia, solfeggio e musica d’insieme.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!