Coronavirus: tamponi Covid a frontiera Italia-Francia, parla Marco Scajola. “Misura restrittiva e dannosa”

Coronavirus Politica

La posizione di Marco Scajola, assessore regionale con delega ai rapporti con i lavoratori frontalieri.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Sulla questione di sottoporre anche i lavoratori frontalieri ai tamponi sia una volta entrati in territorio francese, sia di ritorno in Italia è intervenuto anche l’assessore regionale con delega ai rapporti con i lavoratori frontalieri Marco Scajola.

Coronavirus: controlli Covid alla frontiera Italia-Francia, parla Marco Scajola

I nostri lavoratori frontalieri ogni giorno affrontano molte difficoltà per recarsi al proprio posto di lavoro – dichiara Marco Scajola – Concordo con quanto espresso dal Sindaco Gaetano Scullino, ritengo che non si possano accettare misure che rendano la vita di migliaia di famiglie italiane ancora più complicata. Da quando è iniziata l’emergenza coronavirus i lavoratori frontalieri hanno, con grande senso di responsabilità, affrontato e supportato tutte le misure introdotte per controllare l’espansione del virus. Oggi apprendiamo di misure assolutamente difficili, se non impossibili da applicare, che mettono pesantemente a rischio il lavoro per migliaia di cittadini italiani. La nostra posizione come Regione Liguria è di assoluta contrarietà a misure restrittive e dannose, riteniamo che si debbano gestire le questioni con intelligenza, responsabilità e soprattutto rispetto per i lavoratori e le loro famiglie”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!