Imperia: lavoratori Gls incrociano le braccia, scatta lo sciopero. “L’azienda tratti l’accordo quadro per i corrieri”/Foto e Video

Attualità Imperia

Presidio di protesta questa mattina di fronte alla sede GLS di Imperia, a Pontedassio.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Presidio di protesta questa mattina di fronte alla sede GLS di Imperia, a Pontedassio.

Il sindacato Uil Trasporti hanno indetto uno sciopero per tutta la giornata di oggi, alla quale ha aderito il 99% dei lavoratori, per chiedere un tavolo di confronto rivolto alla stipula di un accordo quadro per il settore dei corrieri a livello regionale.

Nel dettaglio, i sindacati rivendicano il costante lavoro da parte dei dipendenti durante il periodo di lockdown.

Oscar Matarazzo – segretario generale Uiltrasporti Imperia

Il 10 giugno e il 2 luglio, Cgil, Cisl e Uil, a livello regionale, hanno creato la piattaforma rivendicativa al cui interno ci sono dei punti che secondo noi sono molto importanti.

Le associazioni di categoria, quasi tutte, tranne la GLS, ed è per questo che ci troviamo qui oggi a scioperare, hanno accettato, il 22 settembre, di incontrarsi con data 12 ottobre.

Da parte di GLS non abbiamo avuto nessun riscontro. Oggi siamo qui per dimostrare che i sindacati vanno ascoltati, non volevamo fare uno sciopero fine a se stesso.

Volevamo solo fare in modo che la GLS venisse al tavolo e trattasse assieme a tutte le altre associazioni di categoria.

La piattaforma rivendica quello che un po’ è la sintesi del periodo del Covid. Chiediamo che venga riconosciuto, a questi lavoratori, di aver permesso alla gente, durante il lockdown, di non uscire, ma di ricevere a casa quello che veniva ordinato.

Chiediamo che questi lavoratori, che lavorano 10 e oltre ore al giorno, abbiano il giusto compenso. Sono alcuni punti importanti che rivendichiamo e che vogliamo portare al tavolo per trattarli con tutte le associazioni.

Oggi BRT, SDA, TNT, non stanno scioperando perchè le loro associazioni di categoria hanno deciso di sedersi ad un tavolo e parlare.

La protesta durerà tutta la giornata di oggi, speriamo smuova qualcosa. GLS abbia il buon cuore di sedersi al tavolo.

In caso contrario saremo pronti ad andare avanti con le altre associazioni di categoria verso la piattaforma rivendicativa e con loro verso altre azioni di sciopero.

In questa sede sono circa 20 dipendenti, oggi abbiamo il 99% delle adesioni. Questo da merito a questi lavoratori che lavorano tanto e in situazioni difficili.

Il sindacato c’è, è presente.I lavoratori credono in questa piattaforma”.

Ecco le motivazioni dello sciopero

A seguito della nostra richiesta di apertura urgente di tavolo di confronto, rivolto alla stipula di un accordo quadro per il settore dei corrieri a livello regionale, vi indichiamo le proposte rivendicate dalle sc riventi Segreterie.

In occasione della stipula dell’accordo quadro di settore si dovrà tenere in considerazione e stabilire:

  • Livelli di inquadramento
  • Limite dell’orario di lavoro giornaliero e/o settimanale
  • Pagamento degli straordinari prevedendo anche una forfetizzazione
  • Indennità ai sensi dell’art. 51 comma 5 dei TUIR minima di 20€
  • Franchigie sui mezzi
  • Clausola sociale
  • PDR
  • Varie ed eventuali

La piattaforma sopra dettagliata, sarà richiesta a tutto il settore dei corrieri, al fine di evitare dunping sociale tra lavoratori e aziende.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!