Imperia: spostamento mercato Oneglia, ambulanti perdono ricorso al Tar. Dovranno risarcire il Comune/La sentenza

Attualità Imperia

Il ricorso era stato presentato da cinque ambulanti, tre italiani e due stranieri, difesi dall’avvocato Gianna Marcesini.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Alcuni ambulanti, insoddisfatti per lo spostamento del mercato settimanale di Oneglia disposto dall’Amministrazione comunale di Imperia, hanno presentato, nei mesi scorsi, ricorso al Tar. Il Tribunale Amministrativo Regionale, nella giornata di ieri, 30 settembre, gli ha dato torto, condannandoli a risarcire al Comune tremila euro di spese legali.

Imperia: spostamento mercato Oneglia, Tar boccia ricorso ambulanti

Il ricorso era stato presentato da cinque ambulanti, tre italiani e due stranieri, difesi dall’avvocato Gianna Marcesini, mentre il Comune era difeso in giudizio dall’avvocato Riccardo Maoli. Nel ricorso veniva chiesta la revoca della delibera con la quale era stato disposto lo spostamento del mercato nella zona di fianco alla Agnesi, per far fronte alla necessità di maggiori spazi, connessi alla misure di prevenzione dal contagio da Coronavirus.

I ricorrenti facevano riferimento anche al fatto che il Comune, nel riassegnare gli spazi nel nuovo sito del mercato settimanale, non avrebbe tenuto conto delle anzianità di servizio degli ambulanti. Per il Tar, però, “il ricorso va dichiarato inammissibile” in quanto l’assegnazione di spazi nel mercato con il criterio dell’anzianità “non rassicura sulla non ricorrenza di situazioni di conflitto di interesse”.

Soddisfatto l’assessore al Commercio Gianmarco Oneglio, che sottolinea: “La sentenza del Tar dimostra ulteriormente la bontà e correttezza del lavoro dell’Amministrazione comunale, anche per quanto attiene la vicenda dello spostamento del mercato settimanale di Oneglia. Uno spostamento che, come avevamo detto fin dall’inizio, è provvisorio. Presto i banchi troveranno nuova e migliore collocazione, come concordato con gli stessi ambulanti”.

di Andrea Pomati

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!