Taggia: crolla argine torrente Argentina. “Gravi danni, rotta anche conduttura acqua potabile”

Cronaca

Il crollo si è verificato questa notte.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Un grave crollo si è verificato nella notte a Taggia, lungo l’argine sinistro del torrente Argentina, in zona San Martino. L’area, fortunatamente, era già monitorata e recintata dai giorni dell’alluvione del 2-3 ottobre scorso, perciò non si sono verificati incidenti o danni a persone. Diversi, però, i disagi per il traffico e per l’erogazione dell’acqua.

Questa mattina, il sindaco Mario Conio e l’assessore Espedito Longobarti hanno effettuato un sopralluogo per costatare i danni, insieme ai tecnici della Provincia.

Taggia: nella notte crolla argine torrente Argentina

Purtroppo questa notte si è consumato un grave crollo lungo l’argine sinistro spiega il Sindaco Mario Conio – in un’area già monitorata e recintata. 

La strada provinciale 548 nel tratto compreso tra via Bracco e adiacenze ingresso Quarte’ è stata chiusa al traffico; via Mazzini sarà transitabile a doppio senso e si è creato un passaggio provvisorio tra Piazza quattro novembre e L’innesto viario tra Parcheggio Quarte’ e strada provinciale 548.

Il crollo ha causato anche la rottura di un’importante conduttura dell’acqua potabile che serve l’area in sponda sinistra della città. I tecnici sono già al lavoro questa notte per limitare i danni e domattina avvieranno le fasi di riparazione”.

Nella mattinata di oggi, il Sindaco ha comunicato che “a breve verrà di nuovo garantita l’acqua per l’abitato di Taggia, edifici scolastici compresi. Il problema persiste per l’abitato zona San Martino sponda sinistra del torrente Argentina dove l’intervento appare più complesso e necessita di maggior tempo.
A breve verrà collocata una autocisterna dei Vigili del Fuoco nel parcheggio zona San Martino.” 

 

Aggiornamento

“A seguito della comunicazione pervenuta dalla Società Rivieracqua – ha spiegato il sindaco Conio in un nuovo post di oggi – vi informo che è stato ripristinato il regolare funzionamento degli impianti di Levà.

Per questo motivo ho revocato l’ordinanza di non potabilità dell’acqua emessa lo scorso 05 ottobre 2020.
Da questo momento è quindi possibile riutilizzare l’acqua ad uso alimentare potabile senza nessuna prescrizione.

Comunico inoltre che il crollo di parte dell’area lungo l’argine destro verificatosi nella serata di ieri, ha causato anche la rottura di un’importante conduttura dell’acqua potabile che serve l’area in sponda sinistra della città nell’abitato di Taggia.

A breve verrà collocata una autocisterna dei Vigili del Fuoco nel parcheggio in zona San Martino. I tecnici intanto sono a lavoro per ripristinare il guasto”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!