Coronavirus, esodo da zone rosse in Liguria: appello Sindaco di Milano. “Spero di poter tornare presto nella mia seconda casa, ma ora bisogna rispettare le regole”

Coronavirus

“Spero di poter tornare presto nella mia casa in Liguria e che ognuno potrà andare dove vuole. Al momento si deve resistere e rispettare le regole”Queste le parole del Sindaco di Milano Beppe Sala, affidate a un post sui social, a corredo della foto della sua seconda casa in Liguria, a Sant’Ambrogio di Zoagli (nella città metropolitana di Genova).

Un messaggio che esorta tutti i lombardi a rispettare le misure restrittive previste dalla zona rossa, assegnata alla Lombardia, in particolare il divieto di spostarsi se non per motivi di stretta necessità. Da quanto è entrato in vigore l’ultimo DPCM, infatti, sono subito sorti i timori di un “esodo” dalle regioni rosse a quelle gialle, specialmente da Lombardia e Piemonte alla Liguria.

Coronavirus: Sindaco di Milano lancia appello a rispettare le regole

Quando imbocco quella strada, ripida e stretta, in cui se due macchine si incrociano sono cavoli, sono sempre, ma veramente sempre, felice. Più avanti, a destra, c’è casa mia. Dico “mia” anche perché e’ l’unica casa di mia proprietà, a Milano sono in affitto.

E’ a S. Ambrogio di Zoagli. Spero che presto ci potrò tornare e che ognuno potrà andare dove vuole. Al momento si deve resistere e rispettare le regole. Buona domenica”.