Imperia: Francesca, Daniela e Cristina, tre ragazze con idee nuove al timone di Leo jeans. Ora lanciano la sfida e-commerce

Shopping

Il successo di vendite è stato immediato, con acquisti non solo dalla regione, ma a volte addirittura dall’estero

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Dal 2018, non molti lo sanno, Leo jeans, il prestigioso marchio di abbigliamento di via della Repubblica a Imperia, che dal 1965 ha vestito generazioni di giovani, è passato di mano.  La sfida è stata raccolta da due ex dipendenti di Leo e da una amica, che hanno fatto dell’innovazione il loro credo.

Estremamente affiatate all’interno dell’organizzazione si occupano ognuna di cose diverse: Daniela e Francesca, le più esperte, si occupano delle sfilate di moda, di intercettare nuove tendenze, inserire nuovi brand, di acquistare e scegliere i prodotti e in ultimo vendere; la terza, Cristina, si occupa di finanza e contabilità.

Tutte tre, oltre gioventù e freschezza, hanno portato una nuova idea: l’e-commerce.

Durante il lockdown , Francesca Daniela e Cristina hanno deciso di non sottostare alla schiavitù delle multinazionali della vendite online e hanno creato, prima volta in tutta la provincia, uno store market online, www.leojeans.shop, diviso in sezioni, con centinaia di capi per tutte le tasche.

Il sito non è statico, ma viene rinnovato settimanalmente. Leo, con centinaia di accessi giornalieri, è l’unico vero store online della provincia per ciò che riguarda l’abbigliamento.

Un sito di e-commerce unico in provincia, con un successo di vendite non solo in regione, ma anche all’estero

Il successo di vendite è stato immediato, con acquisti non solo dalla regione, ma a volte addirittura dall’estero, tanto da costringere Francesca a dedicare sistematicamente una parte importante della propria attività a questo nuovo e importantissimo settore di mercato.

Leo è  la dimostrazione evidente che, anche dalla piccola Imperia, con innovazione, creatività, impegno e voglia di fare, si può essere concorrenziali e non farsi schiacciare dalle multinazionali.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!