Dolcedo dice addio alla sua banca: chiude la Carige. Operativo solo il Bancomat

Attualità Entroterra

Il 24 novembre, come stabilito dal Piano di ristrutturazione di Banca Carige, chiuderà i battenti la filiale di Dolcedo, capoluogo della Val Prino. I due dipendenti attualmente in servizio a Dolcedo saranno trasferiti in altre filiali e non è ancora dato sapere se e per quanto tempo resterà attivo lo sportello Bancomat.

La chiusura era stata decisa da tempo, nell’ambito di un Piano di ristrutturazione legato alla forte crisi in cui era precipitata la banca ligure, in particolare dopo lo scandalo che ne aveva coinvolto i vertici. Quella di Dolcedo non è la prima e neppure, purtroppo, l’ultima filiale di un centro minore destinata alla chiusura definitiva. In precedenza avevano abbassato le saracinesche le filiali di San Lorenzo al Mare, di Castelvecchio e di Oneglia in via Belgrano (Carisa).

Dubbi sul mantenimento del Bancomat

Resta ancora da capire se a Dolcedo verrà o meno mantenuto lo sportello Bancomat. Anche perchè la filiale non era punto di riferimento soltanto per gli abitanti della val Prino e in particolare di Vasia e Prelà, ma anche per molti residenti di Piani e Caramagna, che l’hanno sempre trovata più comoda rispetto alle filiali rimaste a Porto Maurizio e Oneglia. Senza contare che la filiale portorina è nel centro della Ztl di via Cascione e quindi raggiungibile soltanto a piedi.

Sembra che il Bancomat possa restare a Dolcedo per qualche mese, fino alla scadenza dell’affitto dei locali che ospitano la filiale. In seguito bisognerà vedere se verrà collocato altrove oppure smantellato.