Alassio: il sindaco Melgrati punta sulle opere pubbliche e sullo spostamento a monte della Ferrovia/Video

Alassio e Andora

Melgrati ai microfoni di Imperiapost Tv fa il punto sula situazione relativa ai cantieri già avviati nella città del Muretto e ribadisce alcuni obbiettivi della sua Amministrazione

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Il sindaco di Alassio Marco Melgrati, appena tornato sulla poltrona di primo cittadino dopo la sospensione di 18 mesi, guarda subito avanti, pensando a opere pubbliche, spostamento della ferrovia e sanità.

Melgrati ai microfoni di Imperiapost Tv fa il punto sula situazione relativa ai cantieri già avviati nella città del Muretto e ribadisce alcuni obbiettivi della sua Amministrazione, con interventi che vanno dal waterfront alla ferrovia, passando per il centro cittadino.

Fra gli interventi, la risistemazione del water front, con lavori lungo le passeggiate Baracca, Graf e Ciccione

Spiega Melgrati: “Abbiamo già realizzato in tempi record due passeggiate, la Passeggiata Baracca e la Passeggiata Graf, con un impegno di capitali ingente, risistemando così tutto il water front della città. Stiamo facendo un lavoro sul secondo lotto di Passeggiata Ciccione, interessata in precedenza da un primo intervento. L’idea è di sistemarla completamente, realizzando anche una pista ciclabile. Pare che Laigueglia voglia poi proseguire la ciclabile e quindi la stessa potrà essere ancora più lunga, dando un servizio in più alla nostra città, che attira, anche sui suoi sentieri, numerosi appassionati delle due ruote”.

Melgrati: “Spero che con il recovery fund il Governo sposti a monte la ferrovia. Sul sedime faremo una tangenziale”

Prosegue il sindaco Marco Melgrati: “Ripartirà il cantiere del nuovo parcheggio di via Pera, all’uscita dell’Aurelia Bis, che, quando sarà a regime, darà 120 posti in più alla città, pari ai posti auto della zona centrale di via Dante. Una volta realizzato questo parcheggio, potremo anche pensare di pedonalizzare parte di via Dante, per trasformarla nella route piétonne di Alassio, un po’ come fatto con la route piétonne della vicina Nizza. L’ideale sarebbe che il Governo trovasse i soldi per il trasferimento a monte della ferrovia. In questo modo, sul sedime ferroviario si potrebbe realizzare la tangenziale di Alassio, nella quale il traffico che non interessa la città potrebbe transitare in modo diretto. Mi auguro che questo si possa fare con i soldi del recovery fund. Altra cosa per cui mi sto battendo, è riportare al Santa Corona di Pietra Ligure il centro nascite“.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!