Imperia: viaggio nell’entroterra imbiancato. Sul Colle di Nava la neve regala scorci indimenticabili/le immagini

Attualità Entroterra

Le copiose nevicate degli ultimi giorni, specialmente tra venerdì e sabato scorso, hanno dipinto uno spettacolo naturale unico nell’entroterra. Moltissime zone più interne della provincia di Imperia, compresi Monesi e il Colle di Nava al confine con il Piemonte, sono state imbiancate dalla neve. 

Tanti gli imperiesi che in questi giorni hanno deciso di fare una scampagnata nell’entroterra per respirare la calda, familiare, atmosfera della neve.

Dopo il bel tempo di domenica e lunedì 7 dicembre, però, è atteso il ritorno di piogge diffuse e nevicate nelle zone interne.

Ecco le previsioni di Arpal

  • OGGI LUNEDI’ 7 DICEMBRE: fino al pomeriggio instabilità con bassa probabilità di temporali forti su C. Nuovo peggioramento tra sera e notte, piogge diffuse, rovesci, deboli nevicate su D, E ed interno B, quota neve in progressivo calo fino a 200-300 m con interessamento delle relative tratte autostradali. In serata rinforzo dei venti da Nord, Nord-Ovest su A, B, D, da Sud-Est su C: raffiche di 60-70 km/h. Mareggiata di Libeccio su C, localmente agitato su B, (periodo 7 sec). La protezione civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione.
  • DOMANI MARTEDI’ 8 DICEMBRE: tra la notte ed il mattino perturbato con piogge diffuse, anche a carattere di rovescio e quantitativi significativi sulle zone B, C. Neve a bassa quota (200-300 m) d’intensità moderata su D, E, debole su interno B, coinvolte anche le relative tratte autostradali; non si escludono episodi di pioggia mista a quote inferiori. Deboli nevicate sopra 500-600 m anche su interno A. Venti fino burrasca da Nord, Nord-Ovest su A, B, D, E, da Sud, Sud-Est su C: raffiche fino 80-90 km/h. Disagio fisiologico per freddo nelle ore notturne su B, D, E.
  • DOPODOMANI MERCOLEDI’ 9 DICEMBRE: possibili residue spolverate nevose fino a bassa quota (300-400 m) su D, E. Possibili raffiche di vento forte da Nord, Nord-Ovest (40-50 km/h) su A, B, D.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:

  • A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
  • B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
  • C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla
  • D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
  • E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.