Imperia: “In classe si gela”. Studenti sul piede di guerra all’IPC di via Nizza. “Correnti d’aria e riscaldamenti quasi inesistenti. Non ne possiamo più” / Le immagini

Attualità Imperia

Un problema che si è già verificato negli scorsi anni e che ha portato in diverse occasioni a proteste dei giovani.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“In classe si gela”. Così alcuni studenti del I.P.S.S.C. del Polo Tecnologico Imperiese di via Nizza che hanno contattato la redazione di ImperiaPost per segnalare il disagio che vivono all’interno delle loro aule.

Un problema che si è già verificato negli scorsi anni e che ha portato in diverse occasioni a proteste dei giovani.

Imperia: “In classe si gela”. Studenti sul piede di guerra

“I riscaldamenti sono spenti – raccontano gli studenti – non vengono accesi e, se vengono accesi, funzionano solo per metà. I classe ci sono tra i 14 e i 10 gradi. Si congela, dobbiamo portarci le coperte e tenerci i giacconi. 

Inoltre, per il covid vengono lasciate aperte le porte di emergenza, con la conseguente formazione di correnti d’aria per i corridoi e dentro le aule. In aggiunta, in una classe le persiane non si possono aprire perché ci sono cardini pericolanti, quindi niente luce solare.

Non si può andare avanti così, non è giusto fare lezione in queste condizioni.

Non diamo colpa all’Istituto. La scuola, infatti, ha più volte sollecitato la Provincia, l’ente competente, a intervenire per risolvere il problema, ma nonostante ciò, ancora non è cambiato niente”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!