Imperia: area servizio Repsol, Comune ordina demolizione opere abusive. Scatta ricorso al Tar

Giudiziaria Imperia

Si profila una battaglia legale tra i titolari della stazione di servizio Repsol di via Littardi e il Comune di Imperia.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Si profila una battaglia legale tra i titolari della stazione di servizio Repsol di via Littardi e il Comune di Imperia.

Imperia: stazione servizio Repsol, scontro Comune-proprietari al Tar

Oggetto del contendere due atti del Comune di Imperia, in particolare l’ordinanza, conseguente ad alcuni sopralluoghi di tecnici comunali e Polizia Locale, a seguito del quale sono state contestate svariate irregolarità di natura edilizia, con la quale il dirigente del settore urbanistica ha ordinato la “demolizione di opere relative ad impianto di autolavaggio e punto di ristoro”.

Il secondo atto contestato, diretta conseguenza del primo, è il provvedimento di “sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande”.

I titolari dell’area di servizio Repsol hanno presentato ricorso al Tar Liguria chiedendo l’annullamento dei due atti e di tutti quelli a loro legati. Il Comune si è costituito in giudizio, affidando l’incarico all’avvocato Glauco Stagnaro del foro di Genova.

“A seguito di alcuni sopralluoghi sono state riscontrate varie irregolarità – ha dichiarato a ImperiaPost il vicesindaco e assessore all’urbanistica Giuseppe Fossati – Questa amministrazione dove riscontra irregolarità interviene immediatamente. Sorprende che nessuno si sia mai attivato in passato”.

Sulla stessa linea anche il Sindaco Claudio Scajola: “Ha dell’incredibile il fatto che non sia stato fatto nulla prima. E’ stato giusto intervenire”.

Non ha voluto fare commenti, invece, il proprietario dell’area di servizio, Antonio Campisi. Non ho nulla da dire”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!