Covid: Liguria e Imperia tornano in zona arancione. Ecco tutte le regole

Attualità Coronavirus Imperia

Da oggi, domenica 17 gennaio 2021, la Liguria torna in zona arancione.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Liguria, e quindi anche Imperia, tornano nuovamente in zona arancione e ci rimarranno almeno fino al 31 gennaio. Come previsto dal nuovo DPCM, infatti, per far scattare la fascia di rischio arancione è sufficiente l’indice RT superiore a 1. Nell’ultimo monitoraggio della cabina di regina, la nostra regione ha registrato il dato di 1,1, perciò, come molte altre regioni italiane, è passata dalla zona gialla a quella con maggiori restrizioni.

Il presidente della regione Giovanni Toti ha inoltre deciso di lasciare ancora chiuse le scuole superiori (con didattica a distanza), nonostante la possibilità di aprirle, in via precauzionale.

Ricordiamo che, con il nuovo DPCM, in tutte le zone, a prescindere dal colore, è vietato l’asporto per i bar dopo le ore 18.

Covid: Imperia e Liguria in zona arancione, ecco tutte le regole

  • Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.
  • Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità.
  • Si può fare visita a parenti e amici, ma solo due persone (oltre ai minori di 14 anni) e non più di una volta al giorno, all’interno del proprio comune;
  • Ci si può spostare fino a 30 chilometri dal comune se si risiede in un centro con meno di 5mila abitanti, ma non verso i capoluoghi;
  • È possibile recarsi nelle seconde case, anche fuori dalla propria Regione;
  • Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 22 (18 per i bar). Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
  • Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.
  • Chiusura di musei e mostre.
  • Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.
  • Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.
  • Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.
  • Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!