Covid, Mendatica: “Io, chiuso e multato per un caffè”. Lo sfogo del titolare del locale U Tecciu. “I Carabinieri erano appostati fuori”

Cronaca Cronaca Entroterra

“I Carabinieri, a quanto pare, erano appostati fuori dal bar, perché sono arrivati immediatamente e mi hanno contestato la violazione delle norme anti-covid”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Mi hanno multato e chiuso per 5 giorni per un caffè. Sono chiuso da mesi e non ho neanche i soldi per pagare la luce. Non è giusto”. Così Giorgio Scali, titolare della pizzeria “U Tecciu” di Mendatica, paesino di 180 abitanti nell’entroterra di Imperia, si sfoga ai microfoni del nostro giornale dopo essere stato multato dai Carabinieri per la violazione delle normative anticovid.

Mendatica: locale chiuso dai Carabinieri, la rabbia del titolare

“E’ arrivato un cliente, un signore del paese – racconta Scali a ImperiaPost – e mi ha chiesto di prendere un caffè. Gli ho detto che non si poteva, ma faceva freddo, eravamo sotto zero. E l’ho fatto entrare. I Carabinieri, a quanto pare, erano appostati fuori dal bar, perché sono arrivati immediatamente e mi hanno contestato la violazione delle norme anti-covid, multandomi (400 euro, 280 se pagati entro 5 giorni, ndr) e chiudendomi il locale per cinque giorni. Ma vi sembra normale? Appostarsi per una cosa simile, neanche fossimo dei criminali”.

Sono davvero amareggiato – prosegue Scali – Faccio otto caffè al giorno, quando va bene. Non riesco neanche a vendere una brioche. Sono chiuso ormai da mesi e non ho neanche i soldi per pagare la luce. Come posso adesso pagare una multa del genere? Non è giusto. A Monesi ho visto domenica scorsa c’era il mondo, ma neanche un controllo dei Carabinieri. E poi fanno i controlli a me? In un paese di 100 abitanti, per altro covid-free. Me ne voglio andare da questo paese. Sono arrivato due anni fa e mi rendo conto di aver sbagliato. Non ho l’aiuto di nessuno. Ci ho rimesso solo dei soldi. Non mi resta altra possibilità che chiudere a questo punto”.

 

 

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!