IMPERIA. SPIAGGE, DIVIETO DI BALNEAZIONE AL PRINO PER LAVORI ALLA FOGNATURA. GESTORI INFURIATI: “CHI CI RISARCIRÀ IL DANNO?”

Cronaca Home

image

Imperia. E’ stato consegnato  questa mattina dai messi comunali l’avviso di divieto di balneazione al Prino a tempo indeterminato fino alla fine dei lavori alla fognatura. Le spiagge interessate dal divieto sono, oltre alla libera, Giada, Tapas, Scala Azzurra e Capanne Africane.
Sull’ordinanza si legge infatti che: “Sarà messa fuori servizio la stazione di sollevamento fognario di lungomare C.Colombo con conseguente attivazione d’emergenza dello scarico di lungomare N.Lamboglia e pertanto si verificheranno sversamenti a mare di liquidi”.

Una volta terminati i lavori ci saranno le misurazioni dell’Arpal e se i valori dell’acqua saranno nella norma il divieto verrà ritirato. I gestori delle spiagge interessate: Giada, Tapas, Scala Azzurra e Capanne Africane sono infuriati poichè questo divieto farà allontanare turisti e cittadini vista l’impossibilità di fare il bagno in mare.

Non si possono fare i lavori il 24 giugno, in piena stagione estiva. I turisti vedono il divieto di balneazione e si girano indietro. È un danno economico che mai nessuno ci risarcirà. Se il Comune vuole che paghiamo le tasse deve garantire dei servizi” dichiara Alessandro Mariani, il proprietario della Scala Azzurra.

Enzo Bruno, il proprietario della Capanne Africane si è unito alla rabbia degli altri gestori e ha dichiarato: “Non hanno rispetto per la gente che lavora. Hanno tutto l’inverno per fare quello che vogliono e invece scelgono l’estate. Non ci sono parole“.