Sanremo 2021: spunta prima accusa di plagio. “Canzone dei Maneskin uguale a brano del 2015”. Ma Sony smentisce. “Nessun elemento lo conferma”

Sanremo 2021

La canzone dei Maneskin, in gara a Sanremo 2021, “Zitti e buoni” uguale a “F.D.T.” degli Anthony Laszlo del 2015? È questa l’accusa lanciata sui social da Dade, bassista e chitarrista dei Linea 77, che ha pubblicato un video con i due ritornelli a confronto.

Sanremo 2021: spunta prima accusa di plagio, nel mirino i Maneskin

Come ogni anno, non possono mancare le polemiche e le accuse di plagio. Quest’anno tocca ai Maneskin, nel mirino nelle ultime ore degli utenti del web che hanno notato una certa somiglianza con un brano del 2015 degli Anthony Laszlo.

Ovviamente, i membri del gruppo hanno subito preso le distanze dall’accusa, trovandola “assurda”.

In segugio, la casa discografica della band Sony Music Italia ha subito fatto realizzare una perizia tecnica, pubblicata da Il Fatto Quotidiano, in cui viene dichiarato che “non solo non vi è presenza di plagio melodico sulla linea vocale (quello principalmente viene tutelato dalle attuali leggi in vigore) ma non vi è neppure un plagio strumentale sulla stessa struttura armonica come si evince da perizia tecnica di Sony”.

Per quanto riguarda il ritornello, al centro delle polemiche, si precisa che “la sola coincidenza delle parole “Fuori di Testa” è elemento insufficiente in quanto esso stesso è utilizzato in note e metriche differenti […], le parole “Fuori di Testa” hanno nei due brani hanno uno svolgimento differente anche determinato dalla assenza o presenza di pause […], da notare pure il contesto semantico differente (“Vado fuori di testa” [Fdt] contro “Sono fuori di testa” [Zitti e Buoni])”.

Infine “L’utilizzo di gradi della scala (in ordine di altezza Re – Mi – Sol) ricalcanti la scala pentatonica minore di Mi (come nella stragrande maggioranza dei brani Rock) non può in alcun modo rappresentare un elemento di rassomiglianza in quanto elemento generico”. 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da DADE (@dade___77)