Sanremo 2021: i Maneskin dopo la vittoria. “Rivincita per chi ci diceva di stare ‘Zitti e buoni’ a scuola. Eurovision? Non vediamo l’ora”

Sanremo 2021

Le parole dei Maneskin in conferenza stampa all’indomani del loro trionfo, con il brano “Zitti e buoni”, alla 71esima edizione del Festival di Sanremo.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Il nostro brano è anticonvenzionale, abbiamo portato la nostra identità e non ci aspettavamo una ricezione così veloce da parte del pubblico”. Queste le parole dei Maneskin in conferenza stampa all’indomani del loro trionfo, con il brano “Zitti e buoni”, alla 71esima edizione del Festival di Sanremo.

Sanremo 2021: i Maneskin dopo la vittoria

“Siamo passati da cantare per strada, in via del Corso a Roma a vincere il festival della musica iltaliana in pochi anni. Abbiamo fatto tanta gavetta.

Specialmente il fatto che abbia vinto una canzone con questo sound significa tanto per noi, vuol dire che siamo arrivati alle persone. Ci sono state tante difficoltà, anche il fatto di essere una band a volte rappresenta un ostacolo, occupiamo troppo spazio.

Il nostro brano è anticonvenzionale, abbiamo portato la nostra identità e non ci aspettavamo una ricezione così veloce da parte del pubblico. Abbiamo portato qualcosa di diverso da quello che si è abituati di vedere sul palco del festival. Questo ci fa capire che c’è curiosità ed entusiasmo dal pubblico e noi siamo pronti a restituire tutto questo entusiasmo.

Una rivincita a chi a scuola ci diceva ‘zitti e buoni’.

Questo è stato un po’ il Festival dello sport. La nostra attività fisica è quella sul palco, nessuno di noi è un grande atleta. Siamo musicisti e basta.

L’orchestra ci ha detto che si divertiva a suonare il nostro pezzo, un gran risultato per noi.

Eurovision? Sicuramente ci saremo, non vediamo l’ora”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!