PUNTERUOLO ROSSO. LA SENATRICE ALBANO CHIEDE AL MINISTERO CONTRIBUTI PER LA RICERCA A CONTRASTO DEL PARASSITA ASIATICO

Home Politica

Albano: “occorre un ulteriore approfondimento scientifico sugli agenti chimici e sugli antagonisti biologici attualmente in sperimentazione, dal momento che occorre testarne l’assoluta sicurezza per il loro utilizzo negli spazi pubblici”

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

donatella albano

IMPERIA – La Sen. Donatella Albano del Partito Democratico ha depositato ieri un’interrogazione al Ministero delle Politiche Agricole per chiedere un maggiore contributo per la ricerca e lo sviluppo di nuove tecniche di contrasto all’allarmante diffusione del Punteruolo rosso, parassita asiatico che ha infestato le palme italiane.

 “L’attenzione su questo problema deve restare alta – afferma la Senatrice originaria di Bordighera, la città delle Palme per antonomasia – dopo l’audizione in Commissione Agricoltura al Senato del 17 giugno dei rappresentanti istituzionali e dei tecnici della Liguria che si occupano della lotta al Punteruolo rosso, sono emerse molte criticità inerenti i costi di smaltimento delle palme infestate e soprattutto la necessità di sostenere la ricerca di nuove metodologie per tentare di salvare più palme possibili.

 In particolare occorre un ulteriore approfondimento scientifico sugli agenti chimici e sugli antagonisti biologici attualmente in sperimentazione, dal momento che occorre testarne l’assoluta sicurezza per il loro utilizzo negli spazi pubblici nonchè l’efficacia. Come hanno relazionato i ricercatori del Centro Ricerche in Agricoltura di Sanremo e il Settore Fitosanitario della Regione Liguria, gli interventi finora realizzati non hanno prodotto un risultato ampiamente apprezzabile proprio a causa della grande velocità con cui viaggia l’infestazione dovuta a questo parassita, ad oggi estesa alla Liguria, alla Sicilia, alla Puglia, alla Campania, al Lazio e alla Calabria – continua la Sen. Albano -. Ho chiesto inoltre al Ministero di individuare idonei strumenti per aiutare i Comuni, cui compete la cura e lo smaltimento delle palme infestate, a sostenere i grandi costi di detto smaltimento“.

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!