Covid, Imperia: furbetti dei vaccini, indagano i Carabinieri. “Verranno anche nella nostra Asl, siamo a disposizione” / Foto e video

Attualità Coronavirus Imperia

In queste ultime settimane, i Carabinieri del Nas della Liguria stanno indagando sull’eventuale presenza di “furbetti” dei vaccini anticovid.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Siamo a disposizione per far vedere tutto ciò che è necessario“. Lo ha dichiarato il direttore generale dell’Asl1 imperiese Silvio Falco, a margine della conferenza stampa svoltasi questa mattina al Palafiori di Sanremo, nell’ambito della visita istituzionale del Sottosegretario alla Salute Andrea Costa.

Nel dettaglio,  in queste ultime settimane, i Carabinieri del Nas della Liguria stanno indagando sull’eventuale presenza di “furbetti” dei vaccini anticovid, ovvero di persone che potrebbero aver avuto accesso alla somministrazione senza averne diritto.

I militari stanno acquisendo dalle Asl competenti delle quattro province liguri le liste di tutti i vaccinati per procedere poi all’analisi dei dati, verificando l’appartenenza a categorie ‘privilegiate’ ed eventuali patologie. 

Covid, Imperia: furbetti dei vaccini, indagano i Carabinieri

Silvio Falco

I controlli dei Nas sono arrivati anche all’ASl imperiese?

Ho letto che si stanno muovendo, se sono andati altrove verranno anche da noi. Siamo a disposizione per far vedere tutto ciò che è necessario.

Così come La Guardia di Finanza e i Carabinieri fanno controlli a campione su quelli che avevamo vaccinato, proprio per essere trasparenti e tranquilli di aver vaccinato le fasce che erano state decise (ultra 80enni e ultra fragili). Abbiamo l’eccezione, solo per questa regione, per i frontalieri. Se arriveranno i Nas li accoglieremo.

Oggi abbiamo sollecitato il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa circa la possibilità di avere più vaccini. Mi sembra la risposta sia netta e chiara, dovremo, piano piano, non dico essere inondati di vaccini, ma averli.

La macchina organizzativa che è stata messa sul territorio ci permetterà di fare 1800/2000 mila dosi al giorno che sono quelle che ci potrebbero portare a numeri importanti prima dell’estate”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!