Festa abusiva in piazza durante il coprifuoco: decine di sanzioni, identificate 39 persone / I dettagli

Cronaca

Sul posto erano presenti Agenti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Inflitte decine di sanzioni amministrative al titolare del bar e a 39 persone identificate tra i partecipanti. Contestati il mancato uso della mascherina, l’assembramento vietato, la violazione del coprifuoco, la partecipazione alla festa e lo stato di manifesta ubriachezza.

In corso di valutazione la condotta di coloro che hanno compiuto il reato di oltraggio a pubblico ufficiale che a breve saranno deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Il Questore di Imperia ha seguito la linea della massima severità per i responsabili, organizzatori e partecipanti, dei gravi comportamenti di coloro che sabato 15 maggio, a Ventimiglia, in piazza Costituente, hanno violato il coprifuoco e partecipato ad una festa sulla pubblica via, in spregio a tutta la normativa anti pandemia da covid -19 in vigore.

Nei giorni scorsi numerosi video erano stati diffusi sui social network, su testate giornalistiche on-line e su canali televisivi

Le forze di Polizia sono intervenute la sera di sabato, dopo le ore 22.00, per impedire la prosecuzione delle attività illegali e identificare i responsabili di comportamenti penalmente rilevanti e dei numerosi illeciti amministrativi commessi.

L’evento, che era stato anche pubblicizzato anche a mezzo social network, è apparso fin da subito premeditato.

Il titolare del pubblico esercizio aveva organizzato il trattenimento festivo senza la prevista licenza e ignorando i divieti stabiliti dalle norme anti pandemiche e utilizzando potenti casse acustiche per la diffusione di musica ad alto volume sonoro.

Alcune decine di persone avevano partecipato e danzato sulla via e nella piazza antistante il locale. Nonostante le ripetute sollecitazioni a interrompere le attività vietate nessuno dei partecipanti aveva desistito.

Anzi si erano via via alzate le proteste e le lamentele, poi sfociate, da parte di alcuni, in insulti gratuiti e ingiustificati nei confronti degli operatori di Polizia intervenuti.

Sul posto erano presenti Agenti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale.

Tutti hanno mantenuto un atteggiamento fermo e composto, senza reagire in nessun modo alle continue e pesanti provocazioni e denigrazioni loro rivolte.

L’obiettivo principale dei tutori dell’ordine è stato raggiunto, salvaguardare l’incolumità delle persone, evitare danni alle cose e identificare il maggior numero possibile dei partecipanti.

La situazione è tornata alla normalità soltanto dopo mezzanotte, quando molti dei manifestanti si sono allontanati

Oltre 160 le infrazioni commesse, accertate, documentate e sanzionate, in collaborazione tra loro, dalle quattro forze di Polizia.

Ignorato il coprifuoco, in vigore dalle 22.00, il divieto di feste e assembramenti, l’obbligo di indossare correttamente la mascherina.

Alcuni hanno mostrato un evidente stato di alterazione alcolica che prevede una sanzione amministrativa pecuniaria.

Sono in corso di valutazione anche comportamenti di rilevanza penale da parte di alcuni, che si sono resi autori di oltraggio a pubblico ufficiale aggravato, in quanto le offese sono state recate in presenza di più persone.

E’ stata richiesta alla Prefettura l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria della chiusura del locale per un periodo che la Legge prevede da 5 a 30 giorni.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!