Imperia: coprifuoco alle 23, viaggio tra baristi e ristoratori. “Non cambia molto, aspettiamo tutti il 7 di giugno”/Foto e Video

Attualità Coronavirus Imperia

Un’ora in più di lavoro per bar e ristoranti. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

A partire da oggi, mercoledì 19 di maggio, il coprifuoco è stato posticipato, con provvedimento del Governo Draghi, dalle ore 22 alle ore 23. Un‘ora in più di lavoro per bar e ristoranti.

Una boccata di ossigeno o una modifica che non cambia lo stato delle cose? Lo abbiamo chiesto ad alcuni esercenti commerciali. 

L’intervista a Monica Tondelli – Bar11

Con un’ora in più guadagnerete qualcosa in più?

“Devo mettermi a ridere a crepapelle. Ma figuriamoci, per me non ha un gran senso. Secondo me non cambierà quasi nulla, posso dire che mi sento presa in giro.

Come tutto quello che stanno decidendo, mi fa abbastanza ridere”.

Volete più libertà?

“Nel momento in cui si è liberi tutti, si da un po’ di libertà al discorso. Sabato inizieremo con la musica e il concerto lo faremo alle ore ore 20. Poi alle 23 si chiude baracca.

Cerchiamo a vivere un po’, perchè qua c’è da morire di mancanza di soldi”.

Parla Antonella – Monkeys Bar

 

“Per la nostra tipologia non cambia nulla. Per i ristoranti qualcosina cambia. Si spera aumenti gradualmente, sicuramente va meglio di prima”.

C’è un timido recupero in questo periodo?

“C’è e non è nemmeno troppo timido. C’è molta voglia di ripartire per fortuna”.

Le dichiarazioni di Fabio del ristorante Portegu de Ma

Per ristoranti e pizzerie può andare meglio sino alle 23?

Sicuramente è meglio che le 22, non c’è dubbio. Si spera nel 7 di giugno che ci sarà carta bianca. Il nostro problema non è tanto le 23, ma è che c’è poca gente e il tempo non ci sta aiutando proprio per niente.

Si continua a mangiare fuori, purtroppo abbiamo la pioggia e non avendo coperture efficienti, la gente è restia a venire”.


Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!