Imperia: giornata bambini scomparsi, cyberbullismo e violenza di genere. Al via campagna sensibilizzazione della Polizia. “Fenomeni in aumento”/Foto e Video

Attualità Imperia

Il fattore primario nella gestione di un caso di scomparsa è la tempestività e la completezza della denuncia, in modo che le ricerche possano partire immediatamente.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Ha preso il via questa mattina in Piazza Serra, a Porto Maurizio, la campagna di sensibilizzazione della Polizia, in contro i fenomeni sempre più diffusi di cyberbullismo e violenza di genere. L’evento rientra nel merito della Giornata internazionale dei bambini scomparsi.

Giornata internazionale bambini scomparsi: campagna di sensibilizzazione della Polizia a Imperia

Per l’occasione sono stati allestiti allestiti due gazebo informativi; uno in Piazza F.lli Serra dalle ore 10.00 alle ore 12.30 ed uno in piazza San Giovanni dalle ore 16 alle ore 18.30. Moltissime le persone incuriosite, che si sono fermate a chiedere informazioni agli esperti della materia.

Il fine perseguito dalla presente campagna di sensibilizzazione è quello di rendere edotti i cittadini degli strumenti a loro disposizione, al fine di tutelare i loro diritti e per segnalare il fenomeno alle istituzioni.

La ricorrenza del 25 maggio, giornata internazionale per i bambini scomparsi, è infatti l’occasione per informare e sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica sul tragico fenomeno, per garantire che nessun minore scomparso venga dimenticato e far sì che non vengano mai interrotte le ricerche.

L’iniziativa è finalizzata a promuovere, incentivare una fattiva collaborazione dei soggetti direttamente interessati al fenomeno e a sollecitare tutte le persone a comportamenti virtuosi, per dare un messaggio di speranza a tutte le famiglie che vivono il dramma della scomparsa di un proprio caro.

Il fattore primario nella gestione di un caso di scomparsa è la tempestività e la completezza della denuncia, in modo che le ricerche possano partire immediatamente.

Con riferimento a questa tematica, la campagna di sensibilizzazione è volta a far conoscere importanti strumenti di comunicazione, come il 112 Numero di emergenza Unico Europeo, il numero 116000, il Piano Provinciale per la ricerca delle persone scomparse, o il sito dedicato ai minori scomparsi gestito dalla Polizia di Stato it.globalmissingkids.org.

Con riferimento ai fenomeni del cyberbullismo o della violenza di genere, la conoscenza di strumenti di tutela come l’ammonimento da parte del Questore o l’utilizzo di app come YouPol possono aiutare la vittima e la collettività a segnalare atti di prevaricazione e violenza.

Zuppa Maria Livia – Capo di Gabinetto della Questura di Imperia

“Oggi promuoviamo l’iniziativa relativa alla tutela dei bambini scomparsi. La Questura di Imperia ha deciso anche di trattare le tematiche relative al Cyberbullismo e alla violenza di genere.

Un messaggio che vogliamo promuovere è la necessità di intervenire con tempestività e completezza nella denuncia per segnalare questi fenomeni.

È molto importante infatti per il Questore poter agire con tempi celeri. Vogliamo anche sottolineare la necessità di utilizzare app come YouPol, per quanto riguarda il cyberbullismo e chiamare il 112, che è il numero unico per la Polizia.

Vogliamo sottolineare la vicinanza della Questura ai cittadini“.

Violenza di genere e cyberbullismo sono fenomeni in crescita?

“Tristemente anche per la questione del Covid abbiamo tutti assistito a fenomeni di diffusione di immagini, prevaricazione sia dei minori, sia della violenza di genere.

In questo senso abbiamo l’app YouPol che permette di segnalare in tempo reale il fatto, introducendo una foto ed inserendo un messaggio. Gli utenti possono direttamente contattare la Polizia per segnalare il fenomeno.

In Questura, ma anche negli uffici di Polizia c’è del personale competente per poter ascoltare le donne, le vittime di violenza di genere, nel caso vogliano segnalare il fenomeno.

Ci sono degli appositi numeri da chiamare, come il 112, che permettono di segnalare questo fenomeno.

Lo strumento dell’ammonimento sia per il cyberbullismo che per la violenza di genere permettono di non intraprendere la via giudiziaria, ma di utilizzare un altro strumento che permetta un utilizzo conciliativo della vicenda.

Tengo a sottolineare l’importanza, da parte dei cittadini, di collaborare fattivamente per contrastare questo fenomeno”.

Pietro Milone – Questore di Imperia

“Queste giornate le riteniamo molto importanti per sensibilizzare le persone su argomenti che purtroppo sono all’ordine del giorno. Dobbiamo cercare sempre più di far capire alla gente che se vogliono una mano noi possiamo darla, siamo qui per darla.

Reagire a determinate forme di violenza. Il Cyberbullismo è sempre violenza, il maltrattamento è sempre violenza. Noi siamo attrezzati e siamo sempre pronti ad accogliere le persone che devono dirci qualche cosa in proposito e che devono lanciare un grido d’allarme.

Siamo qui per ascoltarle e per diffondere a tutti il fatto che non devono tenere per loro stessi questi problemi, ma devono cercare di aprirsi. Sicuramente avranno una mano”.

Ecco come funziona l’app Youpol della Polizia

Una volta installata sul proprio smartphone, sarà possibile segnalare in tempo reale e in forma anonima, fenomeni di cyberbullismo e violenza di genere. Si possono allegare immagini e scrivere messaggi, in questo modo gli utenti possono direttamente contattare la Polizia per segnalare il fenomeno.


 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!