Pieve di Teco: anziano disabile raggirato, blitz dei Carabinieri. Tre indagati e un bar sotto sequestro/L’operazione

Cronaca Entroterra

Nel mirino dei militari il raggiro di un 73enne in condizioni di deficienza psichica e deteriorimento cognitivo.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Tre indagati e un locale sotto sequestro. Questo il bilancio di un’operazione condotta dai Carabinieri di Pieve di Teco, coordinati dal Comandante Paolo Vignola, affiancati dalla Compagnia di Imperia. Nel mirino dei militari il raggiro di un 73enne in condizioni di deficienza psichica e deterioramento cognitivo.

Pieve di Teco: anziano raggirato, blitz dei Carabinieri

Nel dettaglio, questa mattina i Carabinieri, su disposizione del Pubblico Ministero titolare delle indagini, Enrico Cinnella Della Porta, hanno perquisito alcune abitazioni e posto sotto sequestro il bar “La Tana del Bianconiglio”.

Secondo l’impianto accusatorio i tre indagati, una donna di 54 anni, originaria della provincia di Cuneo, la figlia e il compagno di quest’ultima, entrambi di 27 anni, avrebbero sottratto alla vittima beni e soldi per un valore pari a circa 100 mila euro. Sono accusati, a vario titolo, di circonvenzione di incapace, impiego di denaro di provenienza illecita e sostituzione di persona. Vari gli episodi contestati. I tre sono stati anche raggiunti da un provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

La persona offesa viveva da sola e i tre indagati avrebbero approfittato del suo stato di deficienza psichica per sottrargli beni e denari. Il bar sequestrato, secondo l’accusa, sarebbe stato acquistato con denaro di provenienza illecita. Ulteriori indagini sono in corso.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!