Imperia: maturità 2021, al via maxi prova orale. Le emozioni degli studenti dopo l’esame. “Una soddisfazione dopo due anni difficili” / Foto e video

Attualità Cultura e manifestazioni Imperia

ImperiaPost ha raccolto le emozioni a caldo dei primi studenti appena usciti dalla prova d’esame.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Sono iniziati oggi a Imperia, così come nel resto d‘Italia, gli esami per la Maturità 2021, anche quest’anno in modalità “Covid”. Al contrario dell’esame di Stato tradizionale, gli studenti non hanno affrontato le prove scritte, ma solo un’unica prova orale che tocca tutti gli argomenti attraverso collegamenti a partire da un elaborato.

Una modalità differente di affrontare la Maturità a conclusione di un altrettanto “differente” anno scolastico, tra didattica a distanza, mascherine e restrizioni a causa della pandemia in corso.

ImperiaPost ha raccolto le emozioni a caldo dei primi studenti appena usciti dalla prova d’esame.

Nicoletta – Liceo Amoretti

Com’è andato l’esame? Cosa c’era di diverso rispetto alla classica maturità?

“La prova quest’anno era solamente orale, non c’erano gli scritti. Sono stati sostituiti da un elaborato incentrato sulle materie di indirizzo, nel mio caso inglese e tedesco.

Mi è stato dato un tema da collegare a queste due materie. La seconda parte era di italiano, quindi l’analisi di un testo. Da una busta è stato estratto un tema e dovevo collegarlo. Infine, ho sostenuto la prova per l’Esabac per conseguire anche la maturità francese”.

Ti è dispiaciuto affrontare l’anno e l’esame con tutte le restrizioni anti Covid?

“Sì sicuramente, perchè tutti mi hanno sempre parlato dell‘ultimo anno di quinta come il più bello. Noi l’abbiamo quasi tutto online, non ho potuto viverlo in modo normale. Comunque sia con i miei compagni ci siamo visti e alla fine è andata bene”.

Chiara – Istituto Ruffini

“Spero sia andata bene. Abbiamo parlato dell’elaborato. In due anni così difficili spero sia andata bene. Personalmente mi sono trovata meglio perchè per me è più facile parlare, però è stato più difficoltoso imparare a casa perchè si è meno concentrati”.

Giuseppe – Liceo Amoretti

“È andato tutto bene, meglio del previsto. L’estrazione del documento è stata fortunata, sono riuscito a collegare tutti e i professori sono stati clementi. Ho portato un confronto tra 1984 di George Orwell e la dittatura franchista degli anni 40.

Mi è dispiaciuto affrontare l’esame con tutte le restrizioni anti Covid, è stato più impegnativo, ma è andato tutto tranquillo, sono state rispettate tutte le norme”.

Livia – Liceo Scientifico

“È andata bene, i professori mi hanno aiutato quando mi sono bloccata per l’ansia, visto l’esame così importante. Ho dato il mio meglio. La mia tesina parlava della teoria della relatività di Einstein, il collegamento fisica-matematica.

L’esame con prova unica mette in gioco le conoscenze tutte insieme. Di solito la matematica è affrontata in modo scritto, invece noi l’abbiamo fatta oralmente, un approccio diverso, ma interessante”.

Nicolas – Istituto Ruffini

“Mi sono trovato bene, avevo un po’ di ansia subito però poi è andata bene. La mia tesina parlava delle imposte, Irpef, Irap, il calcolo del reddito fiscale e soprattutto dell’Ires. Mi sono trovato bene, speriamo finisca bene la scuola e poi si inizia un’altra vita.

Come esame credo che vada bene. C’è meno ansia perchè non ci sono gli scritti. L’orale è stato abbastanza facile, una prova avvantaggiata rispetto agli scritti”.

Marco – Liceo Amoretti

“I professori sono stati molto gentili, mi hanno aiutato, mi hanno fatto subito sentire a mio agio. Ho portato la creatività, il pensiero produttivo, il pensiero divergente e il pensiero innovativo.

Non mi è dispiaciuto sostenere l’esame in questo modo, mi sono trovato bene soltanto con l’orale, quindi nessun problema”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!