Covid: zero contagi nell’imperiese. In Liguria 10 casi, ma nessun morto/Il bollettino

Coronavirus

Sono 10 i nuovi positivi al Covid in Liguria, nelle ultime 24 ore, a fronte di 2.918 tamponi molecolari e 5.785 test antigenici rapidi. Di questi, nessun caso è stato registrato nel distretto sanitario Asl1 della provincia di Imperia.

Zero anche il numero dei decessi, su tutto il territorio regionale.

Covid: il bollettino di giovedì 24 giugno

  • IMPERIA (Asl 1): 0
  • SAVONA (Asl 2): 4
  • GENOVA: 4; tutti in Asl3
  • LA SPEZIA (Asl 5): 2
  • Non riconducibili alla residenza in Liguria: 0

Gli ospedalizzati sono calati di 4 unità, 29 le persone in media intensità e 8 quelle in terapia intensiva. Diminuiscono di 1 le persone in isolamento domiciliare e sono 573 i soggetti in sorveglianza attiva.

Per quanto riguarda i vaccini fino ad oggi sono stati somministrati 1.269.609 dosi di vaccino, pari al 90% sul consegnato. Nelle ultime 24 ore somministrate 11.930 dosi di vaccino di cui 9.644 di tipo freeze (Pfizer e Moderna) e 2.286 di tipo cold (Astrazeneca e Johnson).

L’incidenza media dei positivi in Liguria su 100.000 abitanti negli ultimi 7 giorni risulta pari a 6, di cui 11 nel Savonese, 4 nello Spezzino, 2 nell’Imperiese, 4 a Genova.

Covid, Liguria: le dichiarazioni del presidente Giovanni Toti

“Continuano a diminuire i ricoveri in Liguria – dice il presidente Toti – insieme alla pressione sulle terapie intensive e le medie intensità. Questo ci rende molto fiduciosi anche per l’imponente mole di vaccini eseguiti. Bisogna dire inoltre che al momento negli ospedali liguri non c’è una rispondenza clinica alle varianti, dai reparti Covid mi dicono che la cura è identica e normalmente i vaccini le coprono. Stiamo lavorando anche per impedire ogni rallentamento della campagna vaccinale, dovuto al cambio di strategia nazionale su AstraZenea, organizzando alcune giornate di vaccini ad accesso diretto e anticipando la seconda dose a 21 giorni, dagli attuali 42 per il richiamo dei vaccini Pfizer e Moderna.

Dal 1 luglio inoltre, grazie ad un accordo stipulato con il Piemonte, i turisti liguri e piemontesi, potranno fare il richiamo vaccinale nelle due regioni e dare così un’ulteriore accelerazione alla campagna vaccinale, anche durante le vacanze estive”.