Imperia, messa in sicurezza dell’Istituto d’Arte: a settembre alunni trasferiti. Ma un progetto del Comune contrasta con il loro ritorno in via Agnesi / Il caso

Attualità Imperia

Il futuro della sede del Liceo Artistico di via Agnesi a Imperia ad oggi appare caratterizzato da più di un dubbio

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

La Provincia di Imperia è riuscita ad ottenere fondi importanti per la messa in sicurezza di diversi istituti scolastici, dal punto di vista antisismico e antincendio. I fondi arrivano direttamente dal Miur, il ministero dell’Università e della Ricerca e per 800 mila euro riguardano anche interventi da realizzarsi nella struttura che ospita l’Istituto d’Arte, oggi Liceo Artistico, in via Agnesi a Imperia.

Proprio per garantire questi lavori nella totale sicurezza, gli alunni a settembre non potranno usare la loro sede abituale, ma saranno in parte trasferiti nel plesso scolastico di piazza Ulisse Calvi e in parte in altre aule che la Provincia sta cercando di reperire nella zona di Oneglia. Il plesso di piazza Calvi, fra l’altro, dovrà essere adeguato, con un investimento di circa 100 mila euro da attuarsi con fondi della Provincia.

Fin qui tutto bene. Il problema sorge o potrebbe sorgere pensando al rientro, il prossimo anno scolastico, degli studenti del Liceo Artistico nella sede di via Agnesi. Il Comune di Imperia ha infatti avviato un progetto per la creazione di un Polo sociale, che prevede l’ampliamento della Casa i Riposo proprio nella vicina struttura che attualmente ospita gli artisti del domani. In merito è già stato anche firmato a Palazzo civico un Protocollo d’Intesa tra il Comune, la ASP Casa di Riposo Imperia e la Fondazione ISAH.

Il bando del Miur, che la Provincia di Imperia si è aggiudicata e dal quale provengono i soldi per la messa in sicurezza dell’edificio di via Agnesi, prevede che il denaro sia impiegato esclusivamente per il finanziamento di interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole di Provincie e Città Metropolitane”. Bisognerà quindi vedere se sarà possibile, dopo aver speso i soldi, cambiare la destinazione d’uso della struttura che ha beneficiato del contributo, come accadrebbe nel caso della realizzazione del progetto avviato dal Comune.

Il presidente della Provincia Domenico Abbo, interpellato in merito, dice di non essere “a conoscenza del progetto del Comune e aggiunge: “Per quanto ci risulta, il Liceo Artistico, una volta terminati i lavori, tornerà nella sua sede. Se il Comune prevede un impiego diverso per la struttura ce ne dovrà trovare un’altra idonea“.

Il futuro della sede del Liceo Artistico di via Agnesi a Imperia ad oggi appare dunque caratterizzato da più di un dubbio. 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!