Sanremo: flash mob per le vie del centro contro la realizzazione di un centro per il rimpatrio a Ventimiglia. “Illegale e disumano”/Le immagini

Cultura e manifestazioni

Flash Mob a sorpresa, ieri pomeriggio, a Sanremo, della “Rete Sanremo Solidale“, per esprimere contrarietà alla realizzazione di un CPR a Ventimiglia. 

Sanremo: flash mob contro un Centro per il Rimpatrio a Ventimiglia

“Certo non è la mostra che ci si aspetta in un caldo pomeriggio di agosto, ma è ciò che c’è a Ventimiglia tutto l’anno: l’abbandono totale, da parte della politica e delle istituzioni, l’assenza di umanità. Purtroppo neppure Mike oggi è riuscito ad urlare ‘Allegria’ perché purtroppo c’è poco da stare allegri.

Ieri, assieme agli amici e alle amiche di Popoli in Arte e Rifondazione Comunista (circolo Valeria Faraldi di Sanremo) e alcuni singoli cittadini (in prima fila potrete notare il mitico Alfredo Schiavi) abbiamo portato in giro a Sanremo una mostra temporanea (e mobile) delle foto scattate dal giovane fotografo parigino Victor Leon nel suo recente lavoro sulle frontiere, ospite di Rete Sanremo Solidale, testimone del fango di Ventimiglia.

Non finisce qui, finché le istituzioni e la politica non troveranno delle soluzioni. Manifestiamo inoltre la nostra contrarietà, sempre per i principi dei diritti umani, alla realizzazione di un CPR a Ventimiglia, in quanto sarebbe illegale (deve distare almeno 30km dalla frontiera secondo le leggi attuali) e in quanto disumano. Ventimiglia non deve e non può essere lasciata sola, e neppure i suoi cittadini: serve un supporto più grande e strutturato”.