Imperia: Ospedale, il parcheggio resta senza gestore. Rescisso contratto con l’Ati Abaco-Vitruvio

Attualità Imperia

Il parcheggio dell’Ospedale di Imperia resta senza gestore. L’Asl1 imperiese, infatti, ha rescisso consensualmente il contratto con la Ati Abaco-Vitruvio.

Imperia: Ospedale, il parcheggio resta senza gestore

La gestione del parcheggio era stata temporaneamente sospesa nel marzo del 2020 per via dell’emergenza Covid. Visto il perdurare dell’emergenza e la trasformazione del nosocomio imperiese in Ospedale No Covid, l’Asl aveva deciso di mantenere la gratuità del parcheggio nell’area ospedaliera “in quanto divenuta di interesse sanitario per l’intera provincia”, sia per l’utenza, sia per il personale sanitario “in un momento di impegno lavorativo rischioso, stressante e particolarmente intenso”.

Nel novembre del 2020, quando l’Asl aveva proposto la riattivazione del parcheggio, l’Ati Abaco-Vitruvio aveva proposto una rinegoziazione del contratto di gestione, con revisione delle tariffe, visto “il quadro finanziario economico gravemente compromesso dalla emergenza pandemica e dalla lunga sospensione dell’attività” o, in alternativa, la rescissione consensuale.

Vista la risposta negativa di Asl alla revisione delle tariffe, prima la società Abaco e successivamente ,la Coop Vitruvio, hanno confermato la volontà di rescindere consensualmente il contratto “considerata la non sostenibilità e redditività della gestione”, poi effettivamente rescisso alla fine del mese di luglio.

L’Azienda Sanitaria dovrà ora indire una nuova gara d’appalto per l’affidamento della gestione del parcheggio.