Imperia: “sOggetti ineffabili”, giovedì 2 settembre serata di filosofia dedicata al concetto di identità. “Per riflettere insieme da più punti di vista”/ Il programma

Cultura e manifestazioni

Una serata dedicata all’approfondimento del concetto dell’identità delle persone e delle cose. È questo il tema dell’incontro in programma per giovedì 2 settembre, alle ore 21, presso Villa Faravelli (Imperia), dal titolo “sOggetti ineffabili”.

L’iniziativa, organizzata da un gruppo di ex docenti e ricercatori, con la collaborazione de Lo Spazio Vuoto, è aperta a tutti.

Imperia: “sOggetti ineffabili”, giovedì 2 settembre serata di filosofia dedicata all’identità delle persone e delle cose

“L’intento dell’incontro – spiega a ImperiaPost l’organizzatore Marcello Garibbo, 31enne imperiese, ricercatore in Filosofia all’Università di Siegen e di Torinoè quello di affrontare il tema dell’identità nel modo più fondamentale e astratto possibile.

Al giorno d’oggi si parla spesso di identità in riferimento ad aspetti particolari, come l‘identità nazionale, di genere o etnica. Vista l’importanza di questioni come queste, abbiamo voluto fare un passo indietro e dedicare una serata proprio al concetto dell’identità delle cose e delle persone, ovvero ciò che le identità che abbiamo menzionato prima presuppongono.

Ci domanderemo, da diversi punti di vista – continuacome e perchè persone e oggetti abbiano un’identità nello spazio e nel tempo. Per farlo, è importante l’interdisciplinarità. Per questo interverranno un fisico, un biologo, un filosofo e una ricercatrice di letteratura italiana. L’identità è un concetto trasversale che va affrontato in maniera più ampia possibile. Tra gli interventi sono previsti alcuni intermezzi teatrali, a cura di Gianni Olivieri e Livia Carli de Lo Spazio Vuoto, e musicali, a cura di Francesca Pilade e Giovanni Peirone.

Questa sarà una prima serata a cui vorremmo dare continuità nel tempo”.

Posti già esauriti, prenotazioni solo in lista d‘attesa. Per info: mainmarcello@gmail.com

Referenti:

Silvio Zaghi (Associazione De Tommaso)
Federico Viglione (Università di Barcellona)
Gianluigi Puleo (Ordine dei Chimici, Regione Liguria)
Lorenza Saia (Università di Torino)

Letture

Livia Carli (Teatro Lo Spazio Vuoto)
Gianni Oliveri (Teatro Lo Spazio Vuoto)

Musica

Francesca Pilade
Giovanni Peirone