Diano Marina: Cane scappa di casa e si stabilisce nel torrente Evigno, l’appello di servizio veterinario e Accademia Kronos. “Segnalate ogni suo avvistamento”

Attualità Golfo Dianese

La macchina del soccorso si è attivata in tutta la sua forza ad inizio settembre e si è formata una eterogenea squadra operativa, formata da volontari e da organi ufficiali.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

I servizi veterinari di Diano Marina e i volontari dell‘Accademia Kronos, hanno lanciato un appello per ritrovare Leon, cane Eurasier color miele, di circa 4 anni, fuggito mesi fa dalla sua abitazione per nascondendosi nell’alveo del torrente Evigno.

Diano Marina: scappa di casa e si stabilisce nel torrente Evigno. L’appello di servizio veterinario e Accademia Kronos.

“Questo è Leon, il cane che da circa due mesi vive nel fiume di Diano Marina. Leon è un Eurasier color miele, di circa 4 anni, arrivato nel golfo dianese da un rifugio della Calabria a seguito di una adozione in zona.

Purtroppo è sfuggito al controllo degli adottanti e si è dato alla macchia, nascondendosi nell’alveo del torrente Evigno.

Da un tam-tam su facebook, partito dalla volontaria Doris Paravano di Rossano (Cosenza, Calabria), è stato chiesto supporto al recupero e si è formato un gruppo di volontarie della zona, che hanno (e stanno prestando) supporto agli enti ufficiali che sono entrati in campo negli ultimi giorni, con l’obiettivo di riportare il cane tra le braccia della sua amata mamma Doris.

Il Comune di Diano Marina è stato informato, il dottor Ennio Pelazza ha prontamente attivato il servizio veterinario dell ASL territoriale che si è messa subito in collaborazione con l’associazione Accademia Kronos (AK),ente di protezione natura (ONLUS) riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, nella persona di Giuseppe Gandolfo, presidente della sezione imperiese.

La macchina del soccorso si è attivata in tutta la sua forza ad inizio settembre e si è formata una eterogenea squadra operativa, formata da volontari e da organi ufficiali.

Il monitoraggio del cane è costante, il servizio veterinario e KRONOS hanno stilato il piano ufficiale di recupero con un unico punto ristoro per Leon, a gestione esclusiva degli enti.

E’ quindi importante che al cane non venga somministrato cibo diverso da quello posizionato dagli organi preposti, in modo da costringere il “fuggitivo” ad avvicinarsi all’unico punto di recupero.

Importante. Leon è buono ma non va avvicinato perche‘ è molto pauroso, non bisogna chiamarlo, fischiare, rincorrerlo, suonare col clacson perchè è spaventato e molto sensibile ai rumori. Predilige le donne agli uomini.

Gli abitanti della zona sono invitati a prestare attenzione e a moderare la velocità dei veicoli , su entrambi gli argini del fiume, perchè è stato appurato che molti viaggiano a velocità ben superiori ai limiti previsti dalla legge (in un momento in cui, oltretutto, l’argine del fiume è ancora percorso da turisti che si spostano a piedi).

Visto l’imminente cambio di stagione e la necessità di riprendere Leon al più presto, chiediamo di inviare ogni segnalazione al numero 3400880616 attivo h24.

Gli enti ed i volontari ringraziano tutti per ogni forma di collaborazione, tra cui gli organi di stampa per la diffusione dell’articolo”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!