Imperia: Aurelia bis, vertice Scajola-Paita in Comune. “Obiettivo velocizzare il progetto e trovare i finanziamenti”/Video

Attualità Imperia

Vertice in Comune, a Imperia, questo pomeriggio, tra il Sindaco Claudio Scajola e l’On. Raffella Paita (Italia Viva), presidente della Commissione Trasporti della Camera. Oggetto dell’incontro l’Aurelia Bis di Imperia, in particolare l’iter di realizzazione, da velocizzare il più possibile, e la ricerca di finanziamenti.

Imperia: Aurelia Bis, summit in Comune

L’Aurelia Bis lo ricordiamo, con decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, su proposta del Ministro delle Infrastrutture, è stata inserita tra le 45 opere strategiche per il Paese. Contestualmente, è stato nominato un Commissario ad Acta. Il costo dell’opera si aggira intorni ai 640 milioni di euro.

“La nomina del Commissario – ha dichiarato l’On. Raffaella Paita al termine dell’incontro con il Sindaco Scajola – garantisce la possibilità di attivare delle procedure straordinarie che assomigliano moltissimo al decreto Genova, quindi che danno al Commissario poteri molto forti nella conferenza dei servizi e nel mandare avanti con un iter accelerato la progettazione.

E’ questo il punto in cui siamo con l’Aurelia Bis di Imperia, ovvero passare dal progetto definitivo al progetto esecutivo per quantificare le risorse che ad oggi ammontano a 600 milioni euro circa. Potrebbero esserci delle varianti, delle piccole modificazioni, in quanto in passato c’erano state delle polemiche sul tracciato, dunque il progetto potrebbe anche costare meno, oppure avere la necessità di essere finanziato interamente. Queste ipotesi le potremo valutare solo con il progetto esecutivo.

Con l’approvazione del decreto e il parere favorevole della Commissione si parte con un progetto fondamentale per questo territorio che per troppo tempo non ha avuto un’alternativa al percorso autostradale. E sappiamo bene quanto è costato tutto ciò viste le condizioni delle nostre autostrade”.

Nel corso del summit, l’On. Paita e il Sindaco Scajola hanno trattato anche altri argomenti, tra cui, in particolare, la Albenga-Carcare-Predosa e la Armo-Cantarana.

“La Albenga-Carcare-Predosa – ha proseguito l’On. Paita – è un altro bellissimo progetto che a mio modo di vedere dovrebbe essere finanziato dai soggetti privati che gestiscono la rete autostradale, perché potrebbe essere una di quelle infrastrutture remunerative del pedaggio. Anche qui c’era una discussione articolata sul tracciato. 

Sul Colle di Tenda, il discorso è avanzato, anche se un pò complicato. La ferrovia, comunque, a breve, sarà ripristinata. 

Abbiamo anche la Armo-Cantarana che è fondamentale per lo sviluppo turistico di questa regione. 

Il Presidente della Regione Liguria ha dichiarato che i Parlamentari dovrebbero spingere Anas a velocizzare i tempi di realizzazione dell’Aurelia Bis a Ponente (progetto fondamentale anche per l’Ospedale Unico, ndr). Cosa risponde?

“Anas deve fare il progetto, ma in tutte le occasioni in cui Anas ha fatto i progetti c’è stato un ruolo di coordinamento della Regione Liguria, che è un ruolo di messa a sistema dei Sindaci per decidere cosa vogliono fare. Non significa scaricare le responsabilità. Oggi sono qui proprio per prendermi le responsabilità.

Non voglio polemizzare con il Presidente Toti, perché essere uniti ritengo sia una condizione importante per portare a casa gli obiettivi, però se dal 2013 ad oggi non c’è una riga di progetto, diciamo che qualche responsabilità di coordinamento della Regione c’è stata. Detto questo, ora la Regione può rimboccarsi le maniche per cercare di dare una mano”.

L’intervista al sindaco Scajola e all’onorevole Raffaella Paita

“È passato un mese e mezzo dal decreto del presidente del Consiglio Draghi, con il commissariamento delle 46 opere italiane significative – ha dichiarato Scajola – tra cui c’è l’Aurelia Bis, su cui hanno lavorato la presidente, l’On. Paita, l’On. Di Muro, che è di questo territorio, rispolverando un progetto che era già stato portato avanti negli anni addietro dalla stessa Onorevole Paita, quando era assessore alle infrastrutture della Regione Liguria.

Con l’incontro di oggi abbiamo ragionato sulle possibilità di finanziamento, in modo che questa opera possa essere realizzata nei tempi più brevi e anche sulle possibili eventuali varianti, qualora fossero necessarie.

Abbiamo ribadito la necessità che nel piano autostradale venga inserita, attraverso un accordo tra Piemonte, Lombardia e Liguria, l‘Albenga-Carcare-Predosa che interseca la Torino-Savona e l’Alessandria-Voltri, che è fondamentale.

Così anche un impegno sulla SS28 per l’Armo-Cantarana e una accelerazione dei lavori sulla Statale 20 del Tenda.”

“Primo obiettivo – conclude l’onorevole Raffaella Paita – è velocizzare il progetto dell’Aurelia Bis di Imperia e portarlo a livello esecutivo, studiare bene le varianti e le modificazioni per venire incontro alle esigenze dei cittadini. A quel punto avere i finanziamenti per poter realizzare almeno una prima parte dell’opera in tempi rapidissimi“.

Imperia: incontro Paita-Scajola su Aurelia Bis