IMPERIA. MOVIDA, MUSICA SINO ALLE 2 NEI GIORNI FESTIVI E PREFESTIVI. APPROVATO IN CONSIGLIO IL NUOVO REGOLAMENTO DEL RUMORE/ECCO LE NOVITÀ

Attualità Consigli comunali Home

image

Imperia. Ultimo punto all’ordine del giorno e’ quello riguardante il piano del rumore e introduce l’argomento il consigliere Marino con una proposta:
Visto che in commissione eravamo tutti d’accordo sul regolamento in materia di inquinamento acustico chiedo l’approvazione diretta delle modifiche” spiega il consigliere Marino.

“Cio’ che viene piu’ modificato – spiega l’assessore Podesta’riguardano la regolamentazione del rumore che riguardano le forme di intrattenimento temporaneo, dobbiamo mantenere viva l’attivita’ turistica, ma anche preservare le esigenze dei cittadini. Tenendo conto che spesso le forme di musica a volte sono un po’ troppo aggressive, ma pensiamo che si possano contemporare le due esigenze: noi vogliamo agire sia sui livelli sia sugli orari. Per i livelli vogliamo che la musica sia percepita come tale, non come rumore abbiamo cosi’ ascoltato un po’ tutte le voci del caso. Il problema e’ che alcune attivita’ fanno musica fin quando ne hanno voglia, ma non va bene cose’ perche’ci sono dei limiti che vanno rispettati. Cosi’ allunghiamo l’orario fino all’una nei giorni feriali e fino alle 2 nei festivi e prefestivi. Questo non va contro i cittadini perche’ d’ora in poi ampliamo l’orario ma vogliamo garantire il rispetto delle regole e quindi di questi orari in modo efficace. Siamo convinti che un’applicazione corretta di questo regolamento sia il giusto compromesso per tutti

Podestà presenta piano rumore 2-http://www.youtube.com/watch?v=A4osqoAz2u4

Dopo l’intervento favorevole del consigliere Ghigliazza di Imperia di Tutti Imperia per tutti interviene il consigliere Fossati: “Rimini se guardiamo il regolamento ha dei limiti molto più’ bassi di quelli che volete proporre. La proposta dell’amministrazione passa da un eccesso all’altro. Avete esteso a tutto l’anno la disciplina che volete proporre per il periodo estivo, se e’ voluto ne prendo atto, ma se ai cittadini si chiede un sacrificio per due mesi d’estate e’ diverso da chiederlo per tutto l’anno. Credo sarebbe piu’ saggio seguire cio’ che ha detto un’associazione ossia prendervi del tempo e pensarci su.

Fossati piano rumore —http://www.youtube.com/watch?v=4mmwZ0BK8G4

Solo una precisazione al consigliere Marinointerviene Servalli noi in commissione abbiamo fatto delle domande cui non ci sono state risposte. Detto cio’ in queste settimane la gente ci fermava con due diverse esigenze, chi vuole dormire e chi vuole far festa. E’ un argomento delicato, la valutazione che abbiamo fatto e’ che con questo strumento non troveremo punti di incontro, ma non perche’ e’ fatto bene o male, ma solo perche’ da solo non e’ lo strumento giusto per normare questi conflitti perche’ non mette mano alla zonizzazione senza lavoro di questo tipo difficilmente si trovera’ la chiave di volta di tutto questo problema. I locali saranno felici perche’ avranno molte deroghe, ma non saranno contenti i cittadini. La posizione dell’associazione che ci ha scritto (We Are For Beat) sembrava anacronistica, invece e’ molto ragionata“.

Prende poi la parola il consigliere Montanari:Mi sembra ogni tanto che siano tutti tecnici improvvisamente, mi sembra accademica la discussione di Servalli perche’ parlare di zonizzazione cosa vuol dire? Non abbiamo un centro urbano con la conformazione urbana piu’centrata come a Genova e Torino ad esempio. Il problema non e’ il decibel, ma il rispetto delle regole. Una novita’ importante e’ questa, molto piu’ di una zonizzazione“.

Sessanta deroghe verranno comunque concentrate nei mesi estivi. La zonizzazione e il piano del rumore ha un ruolo molto importante e abbiamo applicato una particolare attenzione a tutto questo. E’ un altro passo in avanti dopo la delibera salva movida del 2013. Un bell’esempio e’ stata la festa di Costa D’Oneglia dove ci si e’ espressi e questo regolamento e’ moderno, ma rispettoso” dichiara il consigliere Parodi.

Parodi NCD piano rumore

Non stiamo facendo il piano delle discoteche questa sera – interviene in conclusione il Sindaco 70 decibel e’ una misura piu’ che responsabile e corretta. Per la zonizzazione e’ vero e’ un problema ma la norma vigente non permette grandi cose”

La votazione sia per l’emendamento, sia per il piano del rumore finisce con 21 favorevoli, 1contrario (Fossati), 2 astenuti (Imperia Bene Comune)