Imperia: pista ciclabile, affondo del consigliere Abbo. “Dall’assessore D’Agostino nessuna risposta sui tempi e su come sono state superate le criticità”

Imperia Politica

La discussione è approdata nella seduta di ieri sera del consiglio comunale tramite l’interrogazione presenta dal consigliere di minoranza.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Non ho ottenuto risposte nè sul quando nè sul come, ci riproveremo, ma al momento non sappiamo quando e come la ciclabile sarà finita”. Queste le parole del capogruppo di Imperia al Centro Guido Abbo, in riferimento alle dichiarazioni dell’assessore ai Lavori Pubblici Ester D’Agostino sulla tematica della pista ciclabile.

La discussione è approdata nella seduta di ieri sera del consiglio comunale tramite l’interrogazione presenta dal consigliere di minoranza finalizzata a chiedere “in che modo siano state superate, o in che modo si preveda di poter superare, le criticità segnalate dalla Regione Liguria; quando si preveda di avere il progetto esecutivo della variante della variante; quando si preveda di fare la consegna finale dell’intero sedime ferroviario all’impresa appaltatrice”.

Imperia: pista ciclabile, la discussione in consiglio comunale

Ester D’Agostino

“Occorre precisare che la larghezza del sedime stradale nel tratto dalla Rabina sino all’Incompiuta è pari a 12,50 mt , di cui la parte dedicata alla viabilità e parcheggi è pari a 6,50 mt; tale incremento, deriva grazie alla realizzazione uno sbalzo sul mare, come debitamente autorizzato in sede di Conferenza dei servizi, già oggetto di migliorie presentate in sede di gara dalla ditta aggiudicatrice.

In merito alla prescrizione indicata dalla Regione Liguria – Settore Infrastrutture in sede di CONFERENZA DEI SERVIZI DECISORIA EX ART. 14 BIS L.N. 241/1990 convocata da questa Amministrazione, è stato già dato riscontro mediante nota formale in data 22 luglio 2021 a firma del Rup, Ing. Marco Marvaldi, assicurando che – verrà garantito il ripristino della continuità formale della sede ciclabile mediante modifica dei parcheggi sul tratto di strada “Incompiuta” tale da assicurare le dimensioni della larghezza di 4,5 m della sede ciclabile.

A seguito della suddetta comunicazione la Regione Liguria in data 28/07/2021 risponde con parere favorevole prendendo “favorevolmente atto dell’avvenuta accettazione da parte del Comune di Imperia, delle prescrizioni rilasciate dallo scrivente settore con nota prot.PG/247153 del 20/07/2021 e si conferma pertanto il parere favorevole di competenza rilasciato con la predetta nota”

Il progetto esecutivo della variante della pista ciclabile è stato consegnato con pec in data 28/9/2021 assunto al prot. n. 59022. Tuttavia a seguito degli accordi intercorsi con il Presidente della Regione Liguria ed il Commissario ad acta Dott.ssa Checcucci, aventi ad oggetto il finanziamento della tratta del tubo Roja sul sedime stradale definito lotto B0 dell’importo di € 4.5000,00 sono emerse ulteriori esigenze tecniche per garantire la funzionalità dell’intero tratto del tubo Roja interessante il sedime ferroviario sul territorio comunale, compreso il lotto B1 e di conseguenza sono in corso ulteriori modifiche agli elaborati tecnici progettuali, contenenti le conclusioni ritenute efficaci e concordate con il Commissario ad Acta e i tecnici della Società Rivieracqua gestore unico del Servizio idrico.

Successivamente il suddetto progetto sarà sottoposto alla verifica e validazione da parte dell’ufficio tecnico ai sensi dell’art. 26 del codice degli appalti.

Alla luce della precedente risposta la consegna finale dell’intero sedime ferroviario all’impresa appaltatrice non potrà che aver luogo non appena conclusa la fase di approvazione del progetto esecutivo della variante, previa verifica e validazione dello stesso”.

Guido Abbo

Non ho assolutamente ricevuto le risposte che cercavo. Sotto il profilo tempi, nel consiglio di marzo, il Sindaco, su un ordine del giorno presentato da noi, ha detto che in aprile/maggio avrebbero consegnato l’area e ultimato il progetto esecutivo. In realtà a luglio è uscito un progetto provvisorio con molte criticità. La Regione ha approvato con prescrizioni. Da lì non si è saputo più nulla. L’assessore mi ha risposto che è stato risposto alla Regione che si sarebbero adeguati alle prescrizioni. 

In riferimento ai tempi, mi ha detto che stanno facendo delle valutazioni tecniche anche con la Regione legate alla posa del tubo dell’acquedotto Roja, cosa positiva.

Io però vorrei sapere, perchè non hanno ancora finito il progetto? Ci sono due criticità importantissime: sotto il Comune un semaforo che ferma le biciclette quando passa il pulmino, che secondo me non serve a nulla in quella zona, potrebbe passare sull’Aurelia, e invece blocca la ciclabile con il semaforo; la seconda criticità, dalla Rabina quasi fino al confine con Diano Marina, hanno intenzione di fare un mega parcheggio con la ciclabile che passa in mezzo alle macchine. Non c’è lo spazio nei disegni approvati a luglio. Hanno dichiarato che bastava un cordolo di 30 cm, secondo me non c’è lo spazio per mantenere la ciclabile in sede propria e se non c’è, non è una ciclabile, perchè passa in mezzo alle macchine. 

Non ho ottenuto risposte nè sul quando nè sul come, ci riproveremo, ma al momento non sappiamo quando e come la ciclabile sarà finita”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!