Legambiente: Imperia tra le città meno verdi d’Italia, bocciato anche il trasporto pubblico. Ottima la qualità dell’aria/La classifica

Attualità Imperia Provincia

Imperia è 54ª in Italia, tra le città capoluogo di provincia, secondo quanto emerso dal 28° rapporto Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia pubblicato questa mattina sul quotidiano “Il Sole 24 Ore”.

Imperia: Ecosistema urbano, la classifica di Legambiente e Ambiente Italia

Lo studio si basa su 18 parametri raggruppati in 5 macroaree (aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente) e la classifica finale fotografa con dati relativi al 2020 le performance ambientali di 105 città capoluogo di provincia.

Imperia eccelle in alcune aree, in particolare la qualità dell’aria (4ª per concentrazione di biossido di azoto, 7ª per concentrazione di Pm10) e il consumo giornaliero di acqua potabile per uso domestico (3ª). Gli indicatori più negativi, invece, le isole pedonali (Imperia 90ª), il trasporto pubblico (101ª), e il verde pubblico (102ª), dato quest’ultimo che Imperia si trascina dietro da molti anni senza riuscire a migliorare.

Va riscontrato un dato piuttosto negativo sulle piste ciclabili (79ª) destinato però a migliorare notevolmente con la conclusione dei lavori della pista ciclabile sull’ex sedime ferroviario, e il balzo in avanti di Imperia nella classifica dei rifiuti differenziati, con il capoluogo ponentino 41° dopo anni bui, sempre nei bassifondi della graduatoria.