Rivieracqua: Consiglio di Stato boccia ricorso, Comune Bordighera dovrà cedere impianti acquedotto

Attualità Imperia

“Un singolo comune non può rifiutarsi di concorrere alla gestione associata del bacino […]  la consegna degli impianti è legittimata da subito in relazione alla necessità di assicurare il servizio idrico integrato”. Così il Consiglio di Stato nelle motivazioni della sentenza con la quale ha confermato la sentenza del Tar Liguria e bocciato il ricorso del Comune di Bordighera, l’ultimo della provincia, con un peso politico notevole, ad essere rimasto fuori da Rivieracqua ad aver continuato a gestire in autonomia il servizio idrico.

Bordighera: Rivieracqua, Consiglio di Stato boccia ricordo Comune

Bordighera, dunque, dovrà cedere gli impianti a Rivieracqua, così come hanno fatto, negli ultimi mesi, tutti i principali Comuni della provincia, Imperia compresa.

Non sussiste un’indebita costrizione operata nei confronti del Comune appellante (Bordighera, ndr) – scrivono i giudici – perché la gestione a livello di bacino è stata correttamente individuata sulla base delle norme applicate e perché la volontà del singolo Comune è salvaguardata dagli uguali diritti, spettanti a ciascun comune, di partecipare al capitale della società di gestione del servizio e dalla partecipazione all’assemblea dei comuni del distretto”.