Imperia: 25 novembre giornata contro la violenza sulle donne. Il Comune e la Caserma dei Carabinieri si illuminano di arancione/L’iniziativa

Cultura e manifestazioni

Il colore ARANCIONE è stato scelto per rappresentare un futuro luminoso, libero dalla violenza contro donne e ragazze.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Per dare maggior risalto alla ricorrenza del 25 Novembre, quest’anno la facciata del Palazzo Comunale di Imperia verrà illuminata di arancione su richiesta del Soroptimist Club Imperia, dell’Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau e Fidapa, colore scelto a livello mondiale come simbolo di un futuro senza violenza sulle donne.

Contestualmente si accenderà di arancione anche l’ingresso della facciata della Caserma del Comando Provinciale dei Carabinieri di Imperia in via Matteotti, grazie alla grande sensibilità che l’Arma dimostra nei confronti di questa piaga sociale.

Imperia: 25 novembre giornata contro la violenza sulle donne. Il Comune e la Caserma dei Carabinieri si illuminano di arancione

Il colore ARANCIONE è stato scelto per rappresentare un futuro luminoso, libero dalla violenza contro donne e ragazze. L’Amministrazione Comunale di Imperia ha accolto la proposta avanzata dimostrando particolare Sensibilità al tema, lasciandosi coinvolgere nella mobilitazione mondiale promossa dall’ONU con il motto: #orangetheworldecidoio contro la violenza, “vestendosi”, per un giorno, di arancione.

Il Soroptimist ha scelto di “accendere” l’attenzione sui luoghi deputati a proteggere e ad accogliere le donne vittime di maltrattamenti come le Caserme dei Carabinieri dove è presente la “Stanza tutta per sé”infatti all’interno della Caserma è presente dal 2017 una stanza pensata dal Soroptimist Imperia, dove le donne vittime di violenza possono presentare denuncia in un luogo sicuro e protetto.

Il Soroptimist International è un’associazione mondiale per donne di oggi, impegnate in attività professionali che opera attraverso azioni concrete per la promozione dei diritti umani, l’avanzamento della condizione femminile al fine di collaborare a creare nel mondo forti comunità pacifiche.

L’Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau, nei 52 progetti in Africa, Asia e Sud America, oltre alla grande attenzione per i malati di lebbra, le persone con disabilità, l’infanzia e lo sviluppo, si impegna da 60 anni in difesa dei diritti delle donne, troppe volte ultime tra gli ultimi, con progetti specifici di promozione, empowerment ed autonomia e per combattere la violenza che le affligge soprattutto se in condizioni di povertà e disabilità.

La Fidapa è un movimento di opinione che ha lo scopo di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle Arti, delle Professioni e degli Affari, autonomamente o in collaborazione con altri Enti, Associazioni ed altri soggetti. Sostiene inoltre la parità reale ed effettiva tra uomini e donne in tutte le sfere della vita pubblica e privata per la costruzione di una UE di pace e democratica fondata sul rispetto dei diritti umani, dell’uguaglianza, della diversità, della pace e della dignità e della giustizia.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!