Imperia: migranti e agricoltura, presentato il progetto F.O.R.M.A. alla Camera di Commercio. “Importante processo di integrazione”/Foto e Video

Attualità Imperia

Grande partecipazione questa mattina, presso la sala multimediale della Camera di Commercio di Imperia, per il convegno dal titolo “Esperienze e riflessioni su integrazione, territorio e agricoltura nell’Imperiese“.

L’incontro, organizzato dalla Cooperativa Jobel, rientra all’interno del progetto “F.O.R.M.A.”, Formazione Opportunità e Risorse per Migranti in Agricoltura.

Imperia: alla Camera di Commercio il progetto F.O.R.M.A. per l’integrazione dei migranti in agricoltura

La finalità del convegno è stata quella di condividere esperienze e buone pratiche di inserimento socio-lavorativo dei migranti e degli stranieri nel nostro territorio attraverso il lavoro in agricoltura.

Erano presenti enti pubblici, aziende agricole e diverse realtà del terzo settore impegnate nell’accoglienza e nei percorsi di avvicinamento, formazione e inserimento nel mondo del lavoro a beneficio delle persone migranti presenti sul territorio.

Il progetto F.O.R.M.A – Formazione Opportunità e Risorse per Migranti in Agricoltura è finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – Progetti per la Prevenzione e il Contrasto dello Sfruttamento Lavorativo in Agricoltura e coordinato dal Consorzio di Cooperative sociali KAIROS.

Nasce con l’obiettivo di promuovere l’emersione delle condizioni irregolari di lavoro di cui sono vittime reali o potenziali i lavoratori stranieri regolarmente presenti sul territorio, impiegati nel lavoro agricolo; costruire le condizioni per la regolarizzazione dei rapporti di lavoro in agricoltura, favorire la continuità di lavoro peri lavoratori migranti impiegati in agricoltura.

Il progetto coinvolge cinque regioni italiane in una collaborazione tra diversi attori locali che operano nel campo dei diritti dei migranti: Piemonte, Lombardia, Valle d’Aosta, Marche e Liguria.

Le azioni sono dedicate, in particolare, alle comunità locali (incontri di sensibilizzazione e definizione di buone pratiche con le istituzioni pubbliche), alle comunità migranti (sportelli informativi, percorsi di accompagnamento e formazione) e alle imprese agricole (seminari, certificazioni e reti di qualita).

Davide Capozzi – Cooperativa Jobel

“Abbiamo organizzato oggi questo convegno. Siamo all’interno dei lavori del progetto F.O.R.M.A., che è un progetto Fami, un progetto europeo sul fondo asilo immigrazione e integrazione del Ministero dell’Interno. Noi della Cooperativa Jobel siamo partner della provincia di Imperia.

È un progetto che si occupa di migranti e agricoltura. È un progetto in cui noi crediamo perchè per le specificità di questo territorio in cui l’agricoltura è una componente importante dei processi di integrazione socio lavorativa dei migranti.

Oggi facciamo un po’ il punto anche con tante altre realtà del territorio, a che punto siamo su questo tema. L’integrazione dei migranti attraverso il lavoro in agricoltura, cerchiamo di capire cosa è in atto, cosa è stato e non è stato fatto. Cerchiamo di essere tutti un po’ più consapevoli del percorso che si sta facendo su questo territorio”.

Si parlerà anche di contrasto allo sfruttamento in ambito lavorativo?

“Uno degli obiettivi principali del progetto è la lotta al caporalato, sia da parte dei cittadini di paesi terzi, sia da parte delle imprese agricole.

Entrambi sono i nostri obiettivi e cerchiamo di coinvolgerli il più possibile e di rendere queste due parti consapevoli di come fare le cose per bene”.

Giacomo Raineri – Fondazione Carige

“Chi mi conosce sa benissimo che tanta parte della mia vita è stata impegnata nel volontariato. Non potevo non essere presente oggi ad un convegno così importante che rispecchia il tema dell’immigrazione, una realtà presente in città attraverso la cooperativa Jobel che sta svolgendo un ottimo lavoro, coadiuvata dalla dottoressa Claudia Regina.

Mi sembrava doveroso venire ad ascoltare e cercare di imparare, per rendermi conto della situazione attuale che esiste nella nostra città e nella provincia di Imperia”.