Imperia: Luna Park a Borgo Marina, residenti scrivono a Prefetto, Comune e Procura. “Rumori intollerabili, si cambi la location”

Attualità Imperia

Tornano a farsi sentire i residenti di Borgo Marina, contrari alla nuova location del luna park, in Calata Anselmi (dal 4 dicembre al 23 gennaio).

Imperia: Luna Park, residenti scrivono a Prefetto, Comune e Procura

I residenti, per bocca del portavoce, Luigi De Carlo, hanno inviato una missiva al Prefetto Armando Nanei, al Comune di Imperia e alla Procura della Repubblica, per chiedere un incontro con il Sindaco di Imperia Claudio Scajola e il trasferimento del luna park in altra sede. Oggetto delle contestazioni, in particolare, i rumori provenienti in particolar modo dalle giostre, descritti come “intollerabili”.

Imperia: luna park a Borgo Marina, la lettera al Prefetto

“La presente in qualità di Presidente del “Comitato per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica” e in nome di molti cittadini residenti a Porto Maurizio, al fine di rappresentare le problematiche relative all’ubicazione del Luna Park, richiedendo conseguentemente di poter conferire con il Sindaco per risolvere la situazione.

Come è noto, ormai da alcuni anni, il Luna Park viene posizionato, in estate ed inverno, in Calata Anselmi a Porto Maurizio, area abitualmente frequentata da famiglie, società sportive che organizzano corsi di yoga, di ginnastica e didattica (ad es. pattinaggio a rotelle) e privati amanti della corsa e dello sport all’aria aperta.

Dal momento in cui viene posizionato il Luna Park la fruibilità dell’area è invece preclusa per molto tempo, anche circa due mesi nella stagione estiva, con notevole pregiudizio per la cittadinanza la quale è impossibilitata a godere del luogo e delle sue potenzialità.

Inoltre, i residenti della zona lamentano da tempo, anche attraverso sottoscrizione di petizioni e interessamento degli organi di informazione, l’intollerabilità della rumorosità proveniente dalle giostre, con impossibilità di riposare e conseguente lesione del loro diritto alla salute, costituzionalmente tutelato.

Si precisa che, nonostante le limitazioni orarie prescritte, in molteplici casi la musica delle giostre si protrae oltre il termine indicato dal Comune di Imperia e che il volume spesso eccede i limiti di legge, quanto meno quello della voce dello speaker che invita i ragazzi a usufruire delle attrazioni, in ciò configurando anche ipotesi di reato.

In particolare, si segnala che le limitazioni del volume prescritte, probabilmente sono applicate soltanto alla musica delle varie giostre, mentre il microfono dello speaker è del tutto privo di limitazioni e di controllo, tanto che la voce dell’annunciatore rimbomba, per la conformazione geografica dell’area, in tutta la zona confinante sino a raggiungere alta intensità in Via delle Valli, Corso Roosevelt e zona Terre Bianche, con ciò disturbando il riposo in un’area fortemente caratterizzata dalla presenza di residenze abitative.

Consapevole dell’importanza del lavoro per le famiglie dei giostrai nonché della richiesta di divertimento dei giovani imperiesi, al fine di evitare le problematiche sopra evidenziate, si richiede l’allocazione del Luna Park in altra area cittadina, possibilmente evitando zone residenziali ed in subordine di effettuare preventivamente qualsivoglia tipologia di controllo e verifica della strumentazione in uso alle attrazioni in questione, con imposizione di vincoli stringenti nel rispetto della normative di settore”.