Imperia: elezioni provinciali, il Sindaco di Sanremo Biancheri replica a Scajola. “Eletto grazie a ordini di scuderia”

Imperia Politica Politica

“Vorrei ricordare che è stato eletto presidente della provincia grazie ai partiti, ad accordi tra sigle e ad ordini di scuderia“. Così il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, risponde alle dichiarazioni del neopresidente della Provincia Claudio Scajola pronunciate ieri, il giorno dell’insediamento dopo l’elezione di domenica 19 dicembre.

Scajola ha infatti ribadito nuovamente che avrebbe preferito avere un avversario, ma che Biancheri “non ha avuto il consenso necessario per presentare la sua candidatura”.

Imperia: elezioni provinciali, il Sindaco di Sanremo Biancheri replica a Scajola

“Ho letto le affermazioni del sindaco di Imperia e neo presidente della provincia con cui ha voluto rimarcare, anche dopo l’elezione, il fatto che io non abbia avuto i consensi necessari a concorrere alla presidenza. Al di là dello stile, vorrei ricordare che è stato eletto presidente della provincia grazie ai partiti, ad accordi tra sigle e ad ordini di scuderia.

Tutto legittimo in un’elezione di secondo livello in cui non possono esprimersi i cittadini, ma certamente non l’espressione di un percorso concertato e di una condivisione tematica che invece personalmente auspicavo.

Auguro comunque al nuovo presidente provinciale buon lavoro, certo che presto vorrà concentrare le sue attenzioni su temi davvero importanti. Condivido invece il suo appello a superare i campanilismi, proposito a cui mi auguro dia seguito nei fatti, e da amministratore che non si è mai sottratto alla responsabilità di scelte importanti, condivido l’intento di agire con determinazione sui molti fronti aperti della nostra provincia.

Ma al decisionismo deve accompagnarsi la giusta ponderatezza, soprattutto su determinate questioni, considerato che di scelte sbagliate di cui ancora oggi stiamo pagando un caro prezzo ne sono già state assunte diverse in passato a livello provinciale. Soprattutto oggi, in considerazione dei volumi di risorse disponibili dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Un’occasione che non possiamo assolutamente mancare”.