Liguria: dal Consiglio Regionale 50 mila euro all’Orchestra Sinfonica di Sanremo. “Colpita da effetti negativi della pandemia. Una delle più prestigiose a livello nazionale”

Provincia

“Alla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo nel 2022 sarà concesso un contributo straordinario di 50mila euro – Lo ha dichiarato il consigliere regionale Mabel Riolfo (Lega), in una nota stampa.

Durante la seduta del consiglio regionale, dedicata al bilancio, è stato approvato all’unanimità un contributo straordinario di 50 mila euro alla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Liguria: dal Consiglio Regionale 50 mila euro all’Orchestra Sinfonica di Sanremo

“Con questo emendamento al bilancio di Regione Liguria, approvato ieri in aula, la Lega ha dimostrato il sostegno alla storica realtà musicale ligure, una delle più prestigiose a livello nazionale ed europeo, che fa parte delle 14 Istituzioni concertistico orchestrali (I.C.O.) riconosciute dallo Stato e, durante la perdurante emergenza da coronavirus, è stata colpita da effetti negativi anche sui piani di sviluppo e sugli impegni dell’Orchestra.

Infatti, per il proseguimento delle proprie attività ha dovuto riorganizzare l’offerta musicale, anche attraverso l’utilizzo dei canali online. Inoltre, pure gli impegni connessi al Festival di Sanremo dovranno subìre una rimodulazione e comportare un probabile aumento dei costi”.

Orchestra Sinfonica di Sanremo: parla Chiara Cerri (Lista Toti Liguria)

“Come firmataria dell’emendamento sono estremamente soddisfatta dell’approvazione all’unanimità di questo finanziamento straordinario. – dichiara Chiara Cerri, consigliera regionale della Lista Toti Liguria – Sono veramente felice che tutti i colleghi presenti in aula abbiano compreso l’importanza dell’inserimento di questo finanziamento che ci consentirà di aiutare concretamente una delle più antiche e prestigiose realtà musicali italiane, che nel 2020 ha festeggiato i 115 anni di vita.

Credo che fornire un aiuto effettivo a questa storica istituzione sia fondamentale per rinsaldare ulteriormente la grande vocazione che connota il nostro territorio nei confronti della musica“.