Liguria: centri per l’impiego, rinnovati entro 2023. “Servizi potenziati e nuove infrastrutture digitali”/Il progetto

Provincia

“La Liguria sarà la prima regione in Italia a dare una veste unitaria a tutti i Centri per l’Impiego del suo territorio, da Sarzana a Ventimiglia, mediante l’ideazione di standard di linea univoci sotto il profilo comunicativo e di progettazione visiva delle sedi, cui seguirà un notevole potenziamento dell’infrastruttura digitale”. Lo annunciano il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore al Lavoro e Politiche attive dell’Occupazione Gianni Berrino presentando il nuovo layout dei Centri per l’Impiego, parte del Piano regionale di potenziamento destinato al rafforzamento dei servizi per l’impiego sia in termini infrastrutturali che di organico.

Liguria: centri per l’impiego, rinnovati entro 2023

Dal punto di vista infrastrutturale, dunque, entro la metà del 2023 la maggior parte dei Centri per l’Impiego liguri saranno completamente ristrutturati, rinnovati e ampliati.

Caratterizzante sarà la nuova veste comunicativa volta ad unificare tutti gli uffici della Liguria mediante una organizzazione e una struttura riconoscibile all’esterno, con percorsi facilmente identificabili e servizi più chiari, semplici e fruibili per l’utenza.

I rinnovamenti delle strutture, inoltre, permetteranno di potenziare le strumentazioni e i servizi digitali del sistema informativo lavoro, creando un’interfaccia intuitiva e funzionale a disposizione dei cittadini.

Attualmente le sedi dei Centri per l’Impiego della Liguria sono 13, che diventeranno 15 al termine dei lavori. In alcuni casi gli uffici non verranno semplicemente rinnovati, ma saranno collocati in nuove sedi, individuate in modo da essere più adatte alle esigenze dell’utenza.

L’investimento complessivo a disposizione di Regione Liguria per il potenziamento infrastrutturale e dell’organico dei Centri per l’Impiego è di circa 30 milioni di euro, di cui oltre 11 milioni destinati all’ammodernamento delle sedi.

“Ogni centro – aggiungono Toti e Berrino – avrà i medesimi servizi, che saranno tutti identificabili con colori e percorsi definiti. Si tratta di una ulteriore tappa dell’importante percorso di potenziamento dei nostri Centri per l’Impiego: dal punto di vista del rafforzamento dell’organico, nei mesi scorsi sono avvenute 187 assunzioni, che hanno abbassato notevolmente l’età media e che stanno consentendo un costante miglioramento del servizio offerto all’utenza. Le progettazioni sono in corso, a febbraio e a marzo avremo le validazioni dei primi progetti e i primi cantieri a metà aprile: a gennaio 2023 i primi centri rinnovati saranno aperti”.