Ricercato per furto, 49enne arrestato dalla Polizia al Confine: deve scontare 5 anni e 5 mesi di carcere

Cronaca

Importante operazione del personale della Polizia di Frontiera di Ventimiglia, che opera nell’ambito del dispositivo di sicurezza, previsto da ordinanze emesse quotidianamente dal Questore di Imperia – dr Giuseppe Felice Peritore – in applicazione delle direttive emesse dal Sig. Prefetto di Imperia – dr. Armando NANEI.

La Polizia di Frontiera ha investito impegno e professionalità nel tanto coinvolgente quanto delicato compito di verifica di persone, documenti e mezzi, lungo tutta la zona confinaria, contando, nel corso dell’anno corrente, l’impiego di 2135 uomini, ovvero 1004 pattuglie, di cui 70 miste in cooperazione con la Polizia di Frontiera P.A.F. delle Alpi Marittime.

Oltre 1900 i veicoli controllati e più di 9700 persone identificate che hanno portato alla denuncia a piede libero di 13 persone e a 13 arresti dei quali si menziona.

Polizia: intensificati i controlli alla frontiera di Ventimiglia. Arrestato un 49enne

L’arresto del cittadino serbo J.D. di 49 anni, rintracciato presso l’autostrada A10 in entrata in Territorio Nazionale mentre si trovava a bordo di un autobus di linea Flixbus proveniente da Marsiglia e diretto a Roma.

A seguito dell’identificazione, una volta accertata che la persona nei cui confronti era stato emesso il provvedimento era la persona sottoposta ai controlli di polizia tramite gli accertamenti tecnici della comparazione dattiloscopica a livello nazionale tramite sistema AFIS, dai quali si riscontrava un profilo conosciuto alle autorità per svariati precedenti riguardo diversi furti, si procedeva all’esecuzione della misura restrittiva dovendo lo stesso espiare la pena di anni 5 (cinque) mesi 5 (cinque) giorni 28 (ventotto) di reclusione per esecuzione di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri.