Maxi rissa a Ventimiglia: Polizia denuncia 8 persone dopo un’indagine lampo

Cronaca

Otto persone denunciate per rissa. Questo l’esito di un’inchiesta condotta dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia. 

Ventimiglia: otto persone denunciate per rissa

La Polizia di Stato di Stato era intervenuta in forze, giovedì sera, sul lungomare di Ventimiglia, nella zona del Resentello. Le segnalazioni, arrivate al numero d’emergenza poco dopo la mezzanotte, riferivano di un violento parapiglia tra una decina di persone che si colpivano a vicenda. Tuttavia, all’arrivo delle pattuglie subito intervenute in forze, le persone coinvolte si erano già dileguate.

Gli Agenti avevano rintracciato subito dopo, a breve distanza, due donne e un uomo che, inizialmente, dopo aver negato ogni coinvolgimento, avevano dichiarato di essere stati aggrediti da sconosciuti.

Ieri gli investigatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia, a conclusione di una rapida indagine, hanno individuato otto persone ritenute responsabili del reato di rissa che sono state indagate in stato di libertà per rissa e deferite all’Autorità Giudiziaria del Tribunale di Imperia.
Si tratta di cittadini italiani, tre uomini e cinque donne, tra le quali una minorenne. Nessuno dei partecipanti alla rissa ha subito lesioni certificate dalle autorità sanitarie. Una donna che aveva riportato dei graffi al volto ha rifiutato di sottoporsi alle cure mediche proposte dagli Agenti.

L’esito dell’inchiesta ha smentito alcune notizie apparse ieri, che parlavano di una persona ferita e accompagnata all’ospedale e del coinvolgimento nel reato di numerosi cittadini extracomunitari che invece risultano totalmente estranei alla vicenda.

Allo stato attuale delle indagini l’origine del diverbio, poi degenerato in plurime reciproche percosse, è stata ricondotta a futili motivi.

Gli investigatori ritengono di avere individuato tutti i partecipanti alla rissa.