Imperia: appropriazione indebita, commercialista a processo. Nel mirino dell’accusa 250 mila euro

Giudiziaria Imperia

Si è aperto ieri mattina, 2 maggio, in Tribunale a Imperia, il processo a carico del noto commercialista Domenico Lanteri, accusato di appropriazione indebita.

Imperia: appropriazione indebita, commercialista a processo

Secondo l’accusa, Lanteri, difeso dall’avvocato Ugo Fogliano, si sarebbe appropriato, trattenendola per se, senza versarla, la somma complessiva di circa 250 mila euro, consegnatagli dai clienti, mediante emissione di assegni bancari, in realtà destinata al pagamento di imposte erariali Irpef, imposte sostitutive, addizionali regionali e comunali, Imu e Tasi, e addizionali, nonché contributi previdenziali.

Sei, in totale, le persone offese, rappresentate dagli avvocati Sandro Lombardi e Manuela Pastorelli.

Ieri mattina, in aula, Lanteri ha annunciato di essere intenzionato a risarcire il danno, in accordo con le parti offese. Il processo (giudice Antonio Romano, Pm Antonella Politi) è stato rinviato al prossimo 20 ottobre.