IL PROGETTO “GERICO” SBARCA A IMPERIA CON 30 NUOVE PALME. LITTARDI: “PER COMBATTERE IL PUNTERUOLO ROSSO SENZA PESTICIDI”

Home Imperia

Piantate nei giardini di Spianata Borgo Peri. L’assessore al Verde Maria Teresa Parodi: “Le nuove palme saranno
messe a dimora, oltre che alla spianata Borgo Peri, anche in piazza della Vittoria e a Borgo Prino”

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

10588811_436594699813217_1900743982_n

Questa mattina, presso i Giardini Spianata Borgo Peri di Imperia, alla presenza dell’Assessore al Verde Pubblico Arch. Maria Teresa Parodi, sano state consegnate le prime 30 (trenta) giovani palme prodotte nell’ambito del progetto Gerico. Alcuni esemplari sono stati subito messi a dimora a integrazione del filare di palme di Borgo Peri, nei prossimi giorni nello stesso luogo ne verranno piantumate altre.
Le nuove palme saranno messe a dimora, oltre che alla spianata Borgo Peri, anche in piazza della Vittoria e a Borgo Prino – spiega l’assessore Parodi – I primi due esemplari del progetto Gerico furono consegnati diversi mesi fa e sono già stati piantati nei giardini di città di Rosario a Borgo Prino. Il Comune di Imperia, aderendo a questa iniziativa, promuove un forte impegno per la salvaguardia delle palme della Città. La piantumazione di questi nuovi esemplari rappresenta una importante azione per il paesaggio delle nostre città di domani. Le giovani piante vanno ad integrare esemplari molto adulti e sono un intervento rivolto al futuro. È importante effettuare piantumazioni integrative come queste proprio per consentire che il patrimonio vegetazionale si rigeneri quasi senza che il cittadino lo avverta. Tutto questo è molto importante perché senza una reintegrazione di nuove piante giovani avremmo potuto perdere filari importanti e storici come quello di Borgo Peri”.
Collaborano all’iniziativa il Centro Studi e Ricerca per le Palme, il Comune di Bordighera, il Comune di Sanremo, l’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente “D. Aicardi”, il C.R.A./F.S.O, l’Istituto Regionale per la Floricoltura, PALMIRIA (Gruppo italiano palme) e i vivai storici Allavena. E’ in programma la produzione di 16 mila giovani palme da destinare ai Comuni del Ponente ligure. Le giovani piantine, ottenute da seme, sono fornite gratuitamente ai Comuni che inoltreranno richiesta e andranno a sostituire le palme delle Canarie morte a causa del punteruolo rosso. La semina mette in campo un diverso campionario di specie, individuate tra quelle meno appetibili all’insetto.

“Il progetto prevede la produzione la produzione di 16 mila palme di specie diversa – spiega a ImperiaPost Claudio Littardi, presidente del Centro Studi e Ricerche per le Palme di Sanremo – esclusa la Fenice Canariensis per creare una base solida per un nuovo paesaggio nel caso in cui il punteruolo rosso dovesse distruggere il patrimonio palmicolo. Le altre palme non sono esenti dall’attacco dell’insetto, ma certamente hanno una minore appetibilità. Il progetto prevede 4 anni di produzione. Ogni 5 anni è prevista la produzione di 5 mila piante. Il servizio, gratuito, è rivolto a tutti coloro, enti pubblici quanto privati, che volessero avere una pianta in regalo in sostituzione di quelle morte. Tra gli interventi più significativi sino ad oggi, le piante fornite al giardino storico Winter e a Villa Garnier. La lotta indiretta al punteruolo rosso mira a salvaguardare il paesaggio riducendo i pesticidi che, negli ultimi anni, sono stati utilizzati in molte città italiane senza i risultati sperati. Imperia può vantare una presenza minimale del punteruolo rosso sul proprio territorio. L’attenzione però rimane vigile, con controlli periodici“.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!