Pallanuoto, serie A2 femminile: amaro pareggio per la Rari Nantes Imperia contro il Treviglio. Finisce 8-8 a 4 secondi dalla fine /i dettagli

Sport

A quattro secondi dalla vittoria: le Rari-Girls raccolgono soltanto un pari casalingo (8-8) contro Pallanuoto Treviglio. Sempre avanti nel punteggio, la Rari Nantes Imperia viene raggiunta nel finale per un epilogo di partita piuttosto amaro che comunque non cancella quanto di buono visto in acqua. Inoltre, con questo punto le imperiesi salgono a quota 16, mantenendo invariata la distanza di sicurezza (tre lunghezze) dalla zona playout.

Nel pre-partita, le prime note positive: in acqua c’è capitan Sarah Sowe, al rientro dopo settimane di infortunio. La giovane Giorgia Cappello, encomiabile tra i pali in questo periodo, torna così nelle rotazioni da centroboa; mister Gerbò inoltre recupera Sofien Mirabella e Giorgia Ferraris, assenti nella trasferta di Torino. E le Rari-Girls cominciano forte: apre le danze Alessia Iazzetta con un fendente sul primo palo, alla quale risponde la rete su rigore di Cassarà. Sarà l’unico gol subito dalle padrone di casa nei primi 16 minuti, grazie ad una difesa ermetica e molto attenta; tanto che anche Sowe inzialmente non viene chiamata agli straordinari.

Davanti, le imperiesi pungono ancora con Accordino, brava a sfruttare la superiorità numerica, e Sara Amoretti che chiude sul 3-1 il primo periodo. I secondi otto minuti sono decisamente meno vibranti: le squadre sembrano studiarsi e nessuna riesce a prendere l’iniziativa. Scintille che non mancano nel terzo tempo, con le formazioni che si aprono e provano a prendere le redini del gioco.

La Rari, all’inversione di vasca, mette la distanza di sicurezza ancora con Accordino e poi con Mirabella, che prima si procura la superiorità numerica poi la concretizza. Nel mezzo un altro rigore trasformato da Cassarà: due reti subite (entrambe da penalties) in 19 minuti, la difesa giallorossa è stata tra le note più positive del match.

Anche se poi soffre oltremodo, l’espulsione di Elisa Martini nel terzo tempo, autrice di una buonissima prestazione.
Le lombarde prendono le contromisure ma la Rari ricostruisce il vantaggio con le reti di Comba (dopo un magnifico aggiramento del marcatore, al centro) e un altro fendente di Accordino (tripletta personale).
Gli ultimi 50 secondi di gioco sono però da dimenticare perché le ospiti vanno in rete due volte e, soprattutto, la conclusione di Zanoccoli sulla sirena – che riporta Treviglio a -1 – è un colpo duro da incassare per Sowe e compagne.

Eppure, ad inizio ultimo tempo, la Rari ha ancora la forza di riportarsi avanti con un altro bel gesto tecnico di Iazzetta, tra le migliori in vasca: al rientro dal time-out, in superiorità, le giallorosse sono imprecise nei passaggi e l’azione sembra scemare ad un paio di secondi dalla sirena, quando la giocatrice numero 7 riesce ad accentrarsi da posizione 1 e battere l’ex di turno Martina Giai, sul suo palo. Le giallorosse non riescono più ad affondare e chiudere la contesa: le ospiti invece prendono coraggio, arroccandosi dietro e ripartendo davanti.

A tre minuti dalla sirena, Treviglio si riporta sul -1. La difesa di casa regge e tiene il risultato fino a 4 secondi dalla fine, quando Braga sfrutta l’unica superiorità concessa dalle imperiesi.

E’ un 8-8 amaro ma la Rari dovrà subito rialzare la testa per affrontare al meglio i prossimi impegni: in casa contro Promogest e, ultima di campionato, a Firenze.

R.N.IMPERIA – PN TREVIGLIO 8-8
(3-1; 0-0; 4-5; 1-2)

IMPERIA – Sowe cap., A.Amoretti, Martini, S.Amoretti 1, Mirabella 1, Iazzetta 2, Comba 1, Ferraris, Accordino 3, Cappello, Sattin. All.: Gerbò
TREVIGLIO – Giai, Albani 1, Ferrari, Piovani, Zanoccoli 2, Trezzi, Ghezzi, Sgrò B., Franchini, Sgrò V. 1, Cassarà 3, Braga 1, Motta. All.: Palazzo
Uscite per limite di falli Martini (I) nel terzo e Sattin (I) nel quarto tempo. Sup.Num.: Imperia 3/12, Treviglio 1/9 + tre rigori (due realizzati e uno sul palo)