Imperia: il paradosso della Pista Ciclabile, fissata l’inaugurazione ma manca il tratto di raccordo con San Lorenzo al Mare

Attualità Imperia

Il 2 luglio prossimo inaugurerà la pista ciclabile nel tratto Borgo Prino-San Lorenzo al Mare. Lo ha annunciato ieri, venerdì 10 giugno, il Sindaco Claudio Scajola. Una notizia accolta con grande entusiasmo dalla cittadinanza e dalle istituzioni, anche se in molti, già ieri, avevano espresso dubbi sulla possibilità che la pista possa essere realmente pronta il 2 luglio per quanto riguarda il tratto di raccordo nei pressi di San Lorenzo al Mare.

“Sarà pronta in tempo?” chiedevano molti lettori. La risposta è no. Tra Imperia e San Lorenzo, infatti, manca un’intera porzione di sopraelevata e l’ultimo tratto fino all’ex stazione ferroviaria di San Lorenzo è ancora un cantiere aperto. Ad oggi non sono neanche ancora stati appaltati i lavori.

Il passaggio sarà affidato a un percorso provvisorio che sarà pronto, forse, entro il 2 luglio.

Imperia: pista ciclabile, inaugurazione il 2 luglio, ma manca il raccordo con San Lorenzo al Mare

Di fatto, il 2 luglio il nuovo tratto di pista ciclabile di Borgo Prino non sarà collegato alla pista ciclabile di San Lorenzo al Mare. Per ovviare al problema, ed evitare di far tornare indietro i ciclisti, sarà realizzato un percorso provvisorio che permetterà di percorrere il tratto tra la sopraelevata e la vecchia stazione di San Lorenzo.

Alcune domande, a questo punto, appaiono per lo meno dovute. Non si poteva attendere che i lavori fossero terminati prima di inaugurare una pista ciclabile “monca”? Chi garantirà la sicurezza di tutti coloro che vorranno percorrere la pista ciclabile in quel tratto? Quanto tempo ci vorrà per concludere i lavori? E quando inizieranno, sarà possibile continuare a mantenere un collegamento provvisorio?

Contattato da ImperiaPost, il Sindaco di San Lorenzo al Mare Paolo Tornatore dichiara: Il primo tratto di sopraelevata mancante è di competenza in parte del Comune di Imperia e in parte del Comune di San Lorenzo al Mare. Noi, con grande senso di responsabilità, abbiamo deciso, di comune accordo con Amaie Energia, di occuparcene.

Il progetto, con l’inserimento di un passaggio provvisorio, è stato approvato a maggio dalla conferenza dei servizi. Ad oggi ci sono i finanziamenti, grazie all’interessamento dell‘assessore regionale Marco Scajola, ma mancano i pareri dei vari enti coinvolti per poter definitivamente appaltare i lavori. Una volta che appalteremo i lavori chiederemo alla ditta aggiudicatrice di realizzare per prima cosa il percorso alternativo.

Riusciremo entro il due luglio? Noi ci proviamo, nella peggiore delle ipotesi cercheremo almeno di farli passare a piedi”.

In definitiva, quindi, a essere inaugurato il 2 luglio sarà solo il tratto tra Borgo Prino fino alla prossimità di San Lorenzo al Mare, visto che i lavori sul resto della tratta imperiese, verso Oneglia, sono ancora lontani dall’essere conclusi.